Vini bianchi toscani

I vini bianchi toscani non sono tra i più rinomati tra quelli prodotti in questa splendida regione, pur essendo prodotti di altissima qualità e godibilità.

Tra i più famosi abbiamo: l’Ansonica Costa Argentario, il Bianco della Valdinevole e il Moscadello di Montalicino. I vini bianchi toscani che abbiamo appena elencato sono prodotti in diverse aree della regione, dove clima e terreno differenti permettono di ottenere una grande varietà in termini di gusto e di bevibilità.

Ansonica Costa Argentario

I vini Ansonica Costa Argentaria DOC vengono prodotti dalla lavorazione e macerazione dell’uva ottenuta esclusivamente dai vigneti Ansonica, che proliferano in una zona prevalentemente collinare a circa 190 metri sopra il livello del mare. L’esposizione a sud permette all’uva di maturare in modo uniforme e di beneficiare delle brezze marine, che offrono una buona ventilazione naturale.

Il suo colore è piuttosto delicato e può variare dal giallo paglierino ad un giallo più dorato. L’Ansonica Costa Argentario ha un retrogusto fruttato e si presenta come un vino asciutto, vivace, morbido e armonico con una gradazione alcolica media (11,5°).

Il Bianco della Valdinevole

Il bianco della Valdinievole è ottenuto dalla lavorazione e fermentazione di uva ottenuta dai vigneti di Trebbiano Toscano. È un vino DOC che prevede la presenza per almeno il 70% del Trebbiano Toscano e ammette la contaminazione (ma solo per il 30% del totale) da parte di altre uve come la Malvasia del Chianti, il Canaiolo Bianco e il Vermentino.

Questo vino bianco toscano dal retrogusto fruttato viene prodotto nella provincia di Pistoia, interessando soprattutto i comuni di Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio e Larciano. Il colore è giallo paglierino con venature dorate e il sapore secco e vivace lo rendono il vino perfetto per degustazioni a base di pesce e crostacei.

Moscadello di Montalcino

Ottenuto da uve Moscato per almeno l’85%, il Moscadello di Montalcino DOC può essere definito tale se a fase di imbottigliamento avviene nell’omonimo comune.

Questo vino bianco toscano è tra i più antichi della regione, le sue origini infatti risalgono al XVI secolo e viene prodotto esclusivamente nella provincia di Siena. È presente sul mercato anche nelle varietà: frizzante, tranquillo e tardivo. Un sapore aromatico e caratteristico conferiscono a questo vino la capacità di accompagnare dessert e pasticcini tipici toscani.

Il Moscadello di Montalcino ha una gradazione alcolica medio-bassa di 10,5° nella verità frizzante e tardiva, ma può raggiungere i 15° con Vendemmia Tardiva.

Lascia un commento