Per chi può godersi un periodo di vacanza lontano dallo stress cittadino, non esiste nulla di più piacevole che potersi recare presso una meta lussuosa e confortevole, per rilassarsi e dimenticare l’ansia data dai problemi sul lavoro o dalle ore di studio intenso. Per avere l’occasione di staccare la spina e ricaricarsi in vista di nuovi impegni, una buona idea può essere quella di scegliere di passare le proprie vacanze in uno dei campi da golf Italia, per approfittare delle vacanze per imparare, nel caso in cui non si conosca, oppure affinare le proprie tecniche di gioco in questo sport.

Tra le mete preferite per chi voglia fare delle vacanze golf spicca la Valle D’Aosta. Le motivazioni sono varie e tutte degne di nota: si tratta di una regione che gode di splendidi paesaggi, fatti di distese erbose incontaminate che si alternano a stagni e canneti, nei quali si recano uccelli meravigliosi, disposti a farsi osservare dagli ospiti più curiosi. Il golf Aosta permette di giocare sulle montagne, dove l’aria è più pura e il paesaggio appena descritto si rivela un ottimo scenario per gare memorabili. Qui, non a caso, giocare al golf diventa un piacere per il corpo e l’anima: l’aria pura di montagna e il tiepido sole estivo offrono ristoro al corpo, che può apprezzare il clima mite, mentre l’anima viene appagata dal silenzio, che stimola la concentrazione e avvolge il giocatore in una calma fino ad adesso solo immaginata. Non solo: il giocatore, anche il meno esperto, può lanciarsi in una nuova sfida, che consiste nel giocare un golf primitivo e semplice. A causa della natura stessa del terreno, infatti, i campi non sono spianati e regolari ma sono fatti di valli e collinette che rendono il gioco più accattivante e ogni buca più emozionante.

Il golf Valle d’Aosta è ben organizzato da club e strutture pronte ad accogliere i villeggianti e offrire loro una nuova idea di sport, emozionante e memorabile. Il golf Les Iles, ad esempio, è una struttura moderna che si caratterizza per la capacità di mutare aspetto al variare delle stagioni. In autunno e in inverno, infatti, il campo è caratterizzato dai colori scuri del marrone e del rosso, che trasmettono l’idea di quiete tipica dei mesi più freddi, ma è in estate che il campo mostra il suo aspetto più affascinante, quando il prato si colora dei toni più accoglienti del verde. Tuttavia, in ogni stagione il panorama è unico: le montagne della Val d’Aosta fanno da sfondo a buche dall’aspetto davvero insolito. La buca 2, ad esempio, deve essere affrontata costeggiando il lago, rivelandosi così tanto affascinante quanto difficoltosa, mentre la buca 9, di appena 106 metri, conquista i golfisti con i suoi canneti.

A dispetto del precedente, il golf club Courmayeur si caratterizza per una tradizione antica, che l’ha portato ad essere uno dei più noti, non solo in Italia, ma nel mondo. Nato nel 1930 su progetto di Peter Gannon, è stato poi modificato dagli italiani Gilberti che, in un’ottica di valorizzazione del territorio e nel tentativo di offrire a sportivi e curiosi la migliore esperienza golfistica possibile, hanno reso questo campo un vero paradiso. Boschi e rocce circondano dei campi dotati di ogni comfort e adatti a tutti i giocatori, anche i più piccoli, per i quali sono stati studiati dei campi appositi e qualificati insegnanti di golf sono disponibili per dare lezioni mirate ad ogni aspirante golfista.

La meta ideale per un soggiorno in famiglia o con gli amici, alla ricerca del benessere e della serenità.


Share