Avete mai sentito parlare di biotrituratore? I bio-trituratori sono strumenti agricoli che stanno ampliando notevolmente il loro mercato negli ultimi tempi, perché permettono di aumentare sensibilmente l’efficienza nei lavori agricoli e nella cura del giardino. Un trituratore ha svariati vantaggi, dalla riduzione dei rametti da smaltire sino alla produzione di fertilizzante a costo zero.

Un biotrituratore è fatto essenzialmente da una impalcatura metallica che ricorda un cuneo, con delle lame che triturano in pezzi più o meno grandi  quanto vi è introdotto. Le ruote e il peso non eccessivo lo rendono una macchina agricola maneggevole e particolarmente utile. Guardiamone più da vicino il funzionamento.

Molte operazioni in ambito agricolo e nel giardinaggio portano con sé la produzione di scarti di di differente entità: erbacce, foglie, rametti, arbusti. Liberarsi di tutti questi residui è uno dei lavori meno piacevoli di gli amanti della campagna, ma di certo è inevitabile.
In alcune aree del Paese è ancora radicata l’abitudine di raccogliere tutto il fogliame, i rametti e le erbe appena tagliate in una parte isolata del dell’orto e, dopo aver fatto seccare al sole tutto questo materiale, appiccarvi il fuoco. Bisogna precisare come questa sia un’abitudine molto pericolosa: un cambio del vento può mettere a serio rischio l’incolumità delle persone e di tutto ciò che le circonda.

Inoltre è una attività assolutamente proibita da diversi anni, che può portare a sanzioni in sede civile e multe non di poco conto!Comprare un biotrituratore può risolvere in pochi minuti questo inconveniente. Una volta raccolto tuttoil materiale organico lo si può smaltire in poco tempo e in totale sicurezza, ottenendo un composto compatto, costituito da pezzetti del formato richiesto.

Con il legno, come ad esempio i resti della potatura degli alberi e di arbusti, si può produrre un pellet naturale ottimo come combustibile e perfettamente biologico: se si desidera il pellet èconsigliabile usare una misura più grossa nella triturazione.
Triturando invece i materiali di scarto con una misura più piccolo è possibile creare un ottimo concime, per realizzare compost o della “terricciata”, o un utile materiale per la pacciamatura allo scopo di coprire il terreno, proteggere le radici e mantenere temperatura ed umidità ad un livello costante.

La vendita di Biotrituratori è un settore in sensibile crescita, aprendosi anche al  web. I prezzi dei biotrituratori sono in discesa ma è anche possibile acquistare in società: più persone possono acquistare un biotrituratore ognuno con una quota ed utilizzarlo secondo le proprie esigenze.


Share