Vasco Rossi è identificato ormai come l’idolo di intere masse di giovani italiani, che affollano i suoi concerti e fanno incetta di dischi, proiettandolo ad ogni sua uscita discografica al vertice delle classifiche di vendita.
Tuttavia Vasco Rossi non è solo un riferimento per i giovani, ma lo è anche per quelli un po’ più grandicelli. A dimostrazione di ciò, la sua collaborazione oltre che la fondamentale ispirazione per il balletto “L’altra metà del cielo”, con coreografia di Martha Clarke e ispirato proprio ai personaggi femminili del repertorio del Blasco.


Il balletto sarà rappresentato al Teatro alla Scala di Milano, un vero e proprio suggello all’arte di Vasco Rossi, autore negli anni di veri e propri classici della canzone italiana. In particolare sulle donne, ha realizzato capolavori come Sally, Albachiara, Ridere di te, Jenny è pazza, Canzone, Gabry, Una canzone per te, Brava Giulia, Incredibile romantica, Una nuova canzone per lei, e tantissimi altri ancora, tutti successi che quando vengono proposti live durante i suoi concerti il pubblico canta come estasiato e riconoscendosi appieno nei testi, sia come “musa” nel caso delle donne, che come “amante” nel caso degli uomini.
Nonostante molte critiche, scatenate più per il fenomeno di massa che rappresenta che per la qualità delle sue canzoni, Vasco Rossi occupa da anni un posto di primissimo livello nella cultura italiana: le sue canzoni hanno fatto breccia in diverse generazioni, che in quei testi, in quegli argomenti, hanno ritrovato l’identificazione dei loro disagi e delle loro emozioni.
E proprio in questo 2011 Vasco Rossi ritornerà in tournee con il Live Kom 011, il nuovo tour a supporto del suo nuovo disco, “Vivere o niente” uscito lo scorso 29 Marzo.


Share