L’importanza dell’estetica odontoiatrica
Il sorriso, insieme alle mani, è la carta di identità delle persone; un sorriso sano e curato assicura una buona impressione sugli altri e fa sentire bene con sé stessi. Se la bellezza del sorriso viene a mancare è bene rivolgersi ad esperti nel settore dell’estetica odontoiatrica, che in seguito ad una visita approfondita sapranno indirizzare il paziente verso la cura più idonea. Non esistono problemi irrisolvibili, solo procedure che possono richiedere del tempoe quindi pazienza. Si tratta di una branca della medicina che coinvolge diversi professionisti, tra cui l’odontoiatra e il chirurgo estetico. I dentisti a Torino e gli odontoiatri di Torino come di Roma e Firenze e tutte le città in Italia oggi sono all’avanguardia  .
I metodi utilizzati in estetica odontoiatrica
L’estetica odontoiatrica si occupa di migliorare il sorriso agendo contemporaneamente su diversi elementi come denti, gengive, ossa e labbra. Alla base dell’estetica odontoiatrica c’è indubbiamente la pulizia di denti e gengive, che parte da una buona igiene orale quotidiana ottenuta con spazzolino, dentifricio, filo interdentale e collutorio. Nel momento in cui il tartaro accumulatosi va ad intaccare le sacche gengivali non visibili è necessario ricorrere a metodi di pulizia quali la detartrasi attraverso laser e scaling e la chirurgia parodontale per i casi più seri. Lo smalto dei denti spesso si rovina a causa di abitudini sbagliate o poco sane, come la mancanza di igiene orale dopo aver bevuto un caffè o aver fumato una sigaretta; in questo caso è necessario ricorrere ad uno sbiancamento professionale oppure a strips che permettono di sbiancare i denti a casa. Per correggere malocclusioni e affollamenti importanti dei denti è infine necessario programmare con il proprio medico un piano di azione che può comprendere l’uso di faccette dentali per colmare ad esempio lo spazio fra i denti, di impianti e di apparecchi ortodontici volti a correggere le imperfezioni.
Estetica odontoiatrica per i più piccoli
Curare i denti dei piccoli dovrebbe essere una delle maggiori preoccupazioni di un genitore, ma non è necessario portare i propri figli dal dentista prima dei sei anni di età. Superati i sei anni i problemi di affollamento e di posizione della mascella dovrebbero invece essere sottoposti ad esame per prevenire problemi futuri.


Share