Un’installazione artistica o un lampadario? Wave Chandelier, recentemente allestito nella hall dell’InterContinental Hotel a Davos (Svizzera), è di certo un oggetto di design dalla presenza significativa e dall’impatto emotivo importante.

Con una lunghezza totale di 28 m, è diventato elemento centrale nell’ambiente di grande lusso dell’albergo modificando la percezione dell’intero spazio. Inoltre, Wave Chandelier interagisce l’ambiente esterno, richiamando nell’immaginario comune la neve e le montagne innevate che si intravedono attraverso le grandi finestre.

 

Nel complesso sono 1.400 sfere di vetro soffiato a mano che racchiudono 2 Led ciascuno (bianco e blu), sospese al soffitto con cavi trasparenti sistemati a diverse lunghezze. Il ricordo va verso i tradizionali lampadari a sospensione, ma i dettagli fanno sì che l’intera installazione assomigli a una folata di neve che illumina e fa brillare tutta la stanza.

Poesia e lusso dunque ideati dallo Studio Moritz Waldemeyer, che dal 2004 caratterizza i suoi progetti con sperimentazione, gioco e tecnologia, ma anche design e arte.

 


Share