Ospitale, intimo, elegante e altamente confortevole, per far sentire chi viaggia “come a casa propria”. Questa la formula vincente di The Yard, prestigiosa Guest House, aperta in Porta Ticinese a Milano.

 

Al primo piano si trovano nove suite e tre dependance più altre due suite indipendenti al piano superiore: recentemente sono stati aggiunti altri 800 mq al pianterreno. I nuovi locali si integrano perfettamente con lo stile dell’hotel, ispirandosi alle grandi passioni dei proprietari, la famiglia Cesario: gli sport, i libri d’autore e gli oggetti ricercati, che stimolano la curiosità degli ospiti. L’illuminazione, realizzata in collaborazione con la Disano partecipa simbolicamente e fattivamente, al progetto di interior. Le dieci nuove suite, dotate di ogni comfort, offrono un senso di benessere per rilassarsi dopo una intensa giornata.

 

La luce è pacata e modulabile, con faretti Led ad incasso, Deimos e Luna, e sopra il letto, strisce Led, Microliset, incassate in una cornice. Nella Lobby, nuovo grande spazio polifunzionale studiato per adattarsi alle diverse esigenze degli ospiti, campeggia Venere, grande lampada con Led RGB, che con il trasformismo del cambio colore, rende al meglio i diversi “mood” della giornata.

 

La reception viene illuminata da Microliset 300k° per avere una luce radente e poco invasiva e con dei faretti ad incasso, Luna 4 e Deimos Led 10 W, tutti regolabili, per quando serve una diffusione luminosa più incisiva. Per la zona bar è stata pensata una luce netta, direzionale che creasse degli spot sul bancone. Sono stati utilizzati faretti Stilo 3 W a sospensione e a completamento degli spot Luna 4 10 W. Lungo tutta la cornice del bancone, scorre una lunga striscia Led, con un effetto materico assoluto.

 

La parte outdoor é stata allestita con dei faretti Elfo Led 49 W con reattore regolabile e apparecchi a sospensione Disco a 18 Led 108 W, sempre regolabile. L’intento è quello di dare risalto alla facciata della maison e accogliere gli ospiti attraverso un percorso di luce, appena la luce naturale lascia il posto a quella artificiale, con le nuove sorgenti calde.

 

 


Share