Quando si parla di teli mare, si pensa all’estate, al caldo, alla bella stagione e alla miriade di colori che, anno dopo anno, caratterizzano le nostre spiagge. Che siano in microfibra o nelle più disparate qualità di spugne, grandi o piccoli, a righe o monocromi, il telo mare è diventato un vero e proprio “”elemento moda”” che ci caratterizza e ci identifica, che fa tendenza specialmente, per noi donne, se ulteriormente abbinato ai colori del costume. Ma vediamo quale differenza c’è tra un telo e l’altro.
Intanto occorre sin da subito dire che i teli mare di spugna, non per forza sono di cotone: sia le spugne che le microfibre, infatti, hanno derivazione polimerica. La differenza, invece, sta nel tipo di orditura della trama che costituisce, poi, il tessuto vero e proprio. La microfibra, infatti, come dice lo stesso termine, è composta da fibre molto sottili che caratterizzano i teli mare per la loro estrema leggerezza. Le spugne, invece, avendo una trama più spessa, a doppio ordito, hanno sì un peso maggiore ma è proprio questa loro caratteristica che gli consente, meglio di qualunque altro tessuto, di assorbire l’acqua. Ciò, ovviamente, si riversa in una diversità di origine pratica e che riguarda, principalmente, le dimensioni: mentre i teli mare in microfibra, proprio in base a quanto detto, occupano pochissimo spazio, ne esistono di svariate dimensioni e, seppur la morbidezza non è paragonabilie ai teli in spugna, si asciugano in fretta, consentendo dunque il loro più svariato utilizzo durante la nostra giornata al mare, quelli in spugna, seppur avvolgendoci con tutta la loro morbidezza, sono più spessi e ingombranti e, una volta bagnati, trattenendo acqua, asciugheranno molto più lentamente, se non mai del tutto durante il nostro soggiorno in spiaggia, pesando di più una volta umidi.

Per quel che riguarda, invece, l’aspetto più glamour dei teli mare, ovvero lo stile e i colori, ne esistono di ogni tipo, da quelli unica tinta, a quelli a strisce, da quelli incisi con loghi e marche alle spugne personalizzate. Anche Pantone, con i propri colori moda, ogni anno ne realizza diversi, per le proprie collezioni, dandogli l’aspetto caratteristico delle loro palette. E proprio il mondo della moda ha riscoperto, recentemente, l’importanza di questo “”accessorio”” che diventa indispensabile nel periodo estivo. Che sia sulle tonalità vitaminiche, per abbinarsi alla pelle abbronzata, o in colori fluo per esprimere vitalità, allegria e richiamare i colori della frutta e del mare, i teli mare sono diventati un must da scegliere con attenzione e da abbinare al costume e al copricostume. Ma quali sono, dunque, le tendenze da seguire nelle prossime vacanze estive? A quanto pare, anche in questo caso, il modo per essere più glam è “”personalizzare”” ovvero arricchire i nostri teli mare con una nostra fotografia o con un logo o una stampa da noi stessi realizzata. Occorre distinguersi dalla folla e quale, se non questo, il modo migliore per poterlo fare? In questo modo, infatti, si eviterà quell’imbarazzo che si prova ad avere lo stesso telo della nostra vicina di ombrellone, un pò come quando ad un matrimonio, le invitate si ritrovano stupefatte e paonazze, indossando lo stesso vestito o le stesse scarpe.
Insomma sbizzarrirsi e dare sfogo alla fantasia e la creatività sono le parole chiave anche quando si parla di teli mare e l’opportunità di sfoggiare qualcosa di univoco diventa allora assolutamentr indispensabile.


Share