Oltre nove miliardi di euro: è il valore economico sociale generato lo scorso anno dalle attività di Telecom Italia, il colosso della telefonia il gruppo ICT guidato da Giuseppe Recchi che il 7 giugno ha presentato in Borsa Italiana il Bilancio di Sostenibilità 2015.

Giuseppe Recchi, Presidente Esecutivo di Telecom Italia

Giuseppe Recchi, Presidente Esecutivo di Telecom Italia, presenta il Bilancio di Sostenibilità 2015

Il 7 giugno, a Milano, Telecom Italia ha presentato in Borsa Italiana il Bilancio di Sostenibilità 2015. È emerso che lo scorso anno le attività dell’azienda hanno generato oltre nove miliardi di euro di Social Value. All’evento hanno partecipato Giuseppe Recchi, Presidente Esecutivo, Raffaele Jerusalmi, CEO di Borsa Italiana e Director Capital Markets del London Stock Exchange Group e altri nomi illustri del mondo della finanza, della ricerca e dell’imprenditoria. Nel Bilancio di Sostenibilità sono entrati diciassette progetti attinenti alle aree strategiche nelle quali opera l’azienda, ad esempio digitalizzazione, connettività, innovazione sociale, cultura digitale e tutela dell’ambiente. Sono stati inoltre individuati i Key Performance Indicator (KPI) più rappresentativi del business e dell’impatto sociale correlato. Il valore complessivo generato da tali progetti ammonta ad oltre dodici miliardi di euro: 3,3 di Business Value e più di nove di Social Value con un’incidenza positiva di mezzo punto percentuale sul PIL. Il Bilancio di Sostenibilità è consultabile anche in rete: l’innovativa veste multimediale consente una lettura su due livelli, uno divulgativo e l’altro invece permette una visione più approfondita all’utente dei singoli KPI, consultabili attraverso un apposito motore di ricerca. La performance positiva registrata dall’azienda nel 2015 è frutto di una precisa scelta aziendale che l’ha portata a superare il modello di Corporate Social Responsibility a favore di uno di Corporate Shared Value, basato sull’integrazione dei risultati economici con il progresso sociale generato dalle attività di business. Non a caso Telecom Italia, che Giuseppe Recchi guida dal 2014 in qualità di Presidente Esecutivo, fa parte della Shared Value Initiative (SVI), associazione che promuove la strategia del valore condiviso secondo cui le aziende sviluppano il proprio business in risposta ai bisogni sociali.

Giuseppe Recchi: il profilo del Presidente Esecutivo di Telecom Italia

Oggi Presidente Esecutivo di Telecom Italia, Giuseppe Recchi ha alle spalle una serie di importanti esperienze professionali alla guida di alcune aziende affermate a livello nazionale e internazionale. Dopo la laurea in Ingegneria conseguita nel 1989 al Politecnico di Torino, comincia a lavorare nell’impresa di famiglia, Recchi Costruzioni Generali, attiva nel settore delle infrastrutture sia in Italia che all’estero. Qui ricopre le cariche di Amministratore Delegato per le attività internazionali e di Presidente Esecutivo del distaccamento Recchi America Inc., per il quale si trasferisce negli Stati Uniti. Nel 2002 entra a far parte della multinazionale General Electric, ottenendo la nomina di Presidente della filiale italiana nel 2004 e, successivamente, quella di Amministratore Delegato di GE South Europe. Tra il 2004 e il 2006 gli affidano la cattedra di Corporate Finance presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Torino. Nel 2011 viene eletto Presidente di Eni: è il più giovane nella storia dell’azienda dopo il fondatore Enrico Mattei. Nel 2014 Giuseppe Recchi arriva a Telecom Italia: ne diventa Presidente Esecutivo dopo aver ottenuto dagli azionisti la maggioranza dei voti. Inoltre ricopre anche la carica di Presidente dell’omonima Fondazione.


Share