È iniziato il simbolico conto alla rovescia per l’inizio della grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” con l’autorevole curatela di Vittorio Sgarbi, che verrà inaugurata sabato 10 ottobre all’interno dell’antico Palazzo Giustinian, San Marco 5016, zona Rialto, a Venezia. La gestione organizzativa dell’evento è del manager della cultura Salvo Nugnes. All’esposizione, che resterà in loco fino al 31 ottobre 2015, partecipa un selezionato gruppo di esponenti contemporanei. Tra essi, anche la pittrice Grazia Gottarelli.

Nel suo fare arte, la Gottarelli è interessata più a rendere un’idea per mezzo dell’immagine, che a visualizzare un’immagine fine a se stessa. In questo orientamento, la sua pittura delinea l’immaginazione tipica degli artisti legati alla radice del simbolismo. Requisito indispensabile per la piena comprensione dei dipinti, è la conoscenza del mito e della sua valenza contenutistica sottesa. Al riguardo, viene sottolineato: “Il mito, per la Gottarelli, svela e rivela l’indicibile e l’inesprimibile, oltrepassando e superando le differenze sociali, culturali, intellettuali e formando un messaggio di portata e spessore universale”.


Share