Si riconferma un appuntamento importante quello del vernissage inaugurale della grande mostra di Spoleto Arte, curata dal noto critico Vittorio Sgarbi, che ha visto la presenza di rappresentanze e autorità istituzionali, nonché di personaggi di spicco del calibro di Katia Ricciarelli, Alviero Martini, Alessandro Meluzzi e altri nomi vip. L’inaugurazione si è tenuta in data 25 giugno presso lo storico Palazzo Leti Sansi, nel cuore di Spoleto, dove l’esposizione resterà allestita fino al 24 luglio 2016, con ingresso libero al pubblico.

L’organizzatore del prestigioso evento, è il manager della cultura Salvo Nugnes, che spiega “Per noi Spoleto Arte è ormai un punto fisso di riferimento, dove ospitare un selezionato gruppo di artisti talentuosi, italiani e stranieri, dandogli grande visibilità. Sgarbi, in qualità di curatore, ha definito la mostra come -un’osservatorio dell’arte contemporanea- e noi ci proponiamo di renderla tale e avere anno dopo anno sempre più risonanza, a livello nazionale e internazionale. Quest’anno abbiamo ottenuto anche il patrocinio dell’UNESCO, che è grande motivo di orgoglio e attribuisce ancora più autorevolezza all’iniziativa”.

E prosegue aggiungendo “Come sempre, Spoleto Arte vuole essere un evento organizzato all’insegna della libera espressione artistica, per rendere l’arte accessibile a tutti e alla portata di tutti. È una mostra collettiva d’impronta cosmopolita, che diventa un ponte di collegamento e d’unione per artisti con stili diversi ed eterogenei. L’esposizione di punta per l’edizione 2016, è quella dedicata alla mitica soprano Maria Callas, con una serie di pregiati cimeli da collezione, appartenenti all’archivio di Ilario Tamassia. Si tratta di pezzi davvero interessanti, alcuni anche inediti, che suscitano da subito forte emozione nel ricordo indelebile della divina del canto lirico”.


Share