Durante il periodo di allestimento della grande mostra di Spoleto Arte, a cura di Vittorio Sgarbi, che va dal 25 giugno al 24 luglio 2016, sarà possibile visionare un’interessante raccolta di pregiati cimeli da collezione, appartenenti all’archivio privato di Ilario Tamassia. L’esposizione, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, è visitabile con ingresso libero al pubblico, all’interno dello storico Palazzo Leti Sansi, nel centro di Spoleto, in via Arco di Druso, accanto a Piazza del Mercato.

L’organizzatore Salvo Nugnes, commentando l’iniziativa, che sta ottenendo tanti consensi d’apprezzamento, dice “L’edizione 2016 di Spoleto Arte, si avvale di questa mostra d’eccezione, che rende omaggio alla divina del bel canto, Maria Callas, rimasta nel ricordo di tutta l’opinione pubblica mondiale come una professionista di straordinario talento e di carismatica personalità, con una voce inconfondibile. Stiamo ricevendo davvero molti riscontri positivi. La Callas, è un personaggio, che riesce a conquistare la curiosità e l’ammirazione da parte di un vasto target, che non si limita soltanto agli appassionati ed estimatori del genere lirico, ma si estende ad una fascia eterogenea di persone e l’affluenza consistente alla mostra ce ne da ulteriore conferma”.

Inoltre, spiega “I pezzi presenti sono di notevole importanza, scelti proprio per suscitare emozione e suggestione immediata. Ilario Tamassia, con la sua passione, ha composto una collezione unica nel suo genere. A lui va il merito di regalarci un ricordo, che si mantiene indelebile e sempre vivo nella memoria, attraverso questi cimeli, che ripercorrono la vita personale e artistica di una donna così speciale, che ha lasciato dietro di sé tanti affascinanti misteri, non ancora svelati”.


Share