In occasione della mostra di “Spoleto Arte incontra Napoli” a cura di Vittorio Sgarbi, allestita presso il rinomato Museo Pan di Napoli dal 27 maggio al 4 luglio 2016, è stato fatto un omaggio al noto stilista Alviero Martini, con un’esposizione speciale, che ripercorre in chiave antologica il suo interessante percorso in 50 anni di onorata carriera, tra moda, grafica e design. La mostra, prima è stata allestita nello storico spazio delle sede milanese della Milano Art Gallery, con ottimi consensi di apprezzamento e anche a Napoli, sta ottenendo grande successo.

L’organizzatore dell’iniziativa è il manager della cultura Salvo Nugnes, che su Martini ha dichiarato “Certamente, Alviero è simbolo del made in Italy e dell’eccellenza del made in Italy nel mondo. È una figura fondamentale di riferimento anche per le nuove generazioni di aspiranti stilisti e per chi vuole intraprendere il mestiere nell’ambito del design creativo. Ha un’autorevole esperienza e un’indiscussa competenza in materia, da cui si possono attingere preziosi insegnamenti. Conosco Alviero da parecchi anni e lo considero un amico di vecchia data. I suoi 50 anni di carriera gli hanno permesso di raggiungere tanti meritati successi e di affermarsi a livello internazionale”.

Tra i numerosi commenti, rilasciati da nomi di spicco e personalità importanti, per esprimere il loro positivo messaggio in onore di Alviero e di questa speciale ricorrenza, Vittorio Sgarbi ha dichiarato “Alviero non conosce i limiti delle mode, perché le supera”. Lina Wertmüller ha detto “Alviero, è un ragazzo speciale: le sue esperienze di vita sono quelle, che hanno dato fiducia in questa difficile epoca, fatta di mille tentazioni e di un mare di ostacoli. Una natura solare, una volontà di ferro e una fantasia, che mette al di là dell’intelligenza. E un rapporto aperto con il mondo”.

Massimo Ghini, ha ricordato “Giovanissimi, debuttanti nella vita, parlavamo di sogni artistici. Oggi, possiamo dire di averli realizzati e ancora giovani e ancora giovani, per festeggiare i primi 50 anni”. Anche Tullio Solenghi ha voluto parlare degli esordi professionali “Ho avuto il privilegio tanti anni fa, di veder sbocciare la splendida creatività di Alviero. In memoria di quel magico momento, mille apprezzamenti per ciò che è diventato in tutti questi anni”.


Share