A Brescia al Centro Pastorale Paolo VI sarà presentato mercoledi 23 maggio alle 11 il primo di un ciclo di convegni dedicato al mondo delle imprese cooperative e alla formazione. L’iniziativa nata dal giornalista economico Massimo Lucidi vuole essere l’occasione di confronto e di approfondimento sui temi e gli strumenti necessari per invertire la rotta e far ripartire la crescita e lo sviluppo di imprese e territori.

La significativa presenza di cooperative servizi con forti capacità produttive e certificate per qualità ed efficienza ha convinto Fabio Manna presidente della Cooperativa “Intesa Lavoro” a lanciare la proposta di un contratto di rete, aperto, a questo mondo che rappresenta migliaia di lavoratori e famiglie legati a valori di produttività e responsabilità sociale. In tal senso, il primo incontro di Brescia sarà una vera e propria chiamata all’autoresponsabilità di avviare un percorso nuovo che consentirà a tanti soggetti giuridici più piccoli per dimensioni e fatturato di non perdere la propria autonomia ma convergere e migliorarsi aderendo a un percorso di crescita e di confronto continuo che è proprio del “contratto di rete”.

Con questo spirito nasce la Rete d’Impresa Intesa Lavoro che vede nell’omonima cooperativa solo il punto di partenza a cui si deve il merito di aver aperto il dibattito sulle opportunità che ne possono derivare, coinvolgendo i lavoratori-cooperatori, le maestranze e dirigenze. Il promotore Fabio Manna ha le idee chiare sulle ragioni del percorso che sta avviando: “per poter stare sul mercato e prendere nuovi concorrenziali appalti è bene realizzare economie di scala. Dall’incontro e dal confronto che come Intesa Lavoro abbiamo portato avanti con colleghi di territori diversi, stiamo dando vita a una rete d’impresa di oltre 5.000 cooperatori su una serie di territori dal Piemonte al Veneto fino a Bologna. E siamo solo all’inizio”.


Share