La Corte di Cassazione, con apposita ordinanza n. 22628 dello scorso 24 Ottobre 2014, ha imposto al professionista il pagamento dell’Irap nel caso si avvalga dell’ausilio di un familiare.

Si sottolinea che, una collaborazione di tal tipo, viene considerata come autonoma organizzazione per l’ampliamento delle capacità personali.

Dal momento che si sta valutando il considerevole importo corrisposto al collaboratore, si va a dimostrare la rilevanza economica dello stesso ai fini della propria attività.

In conclusione, la collaborazione di familiari nell’attività rivela una ricchezza maggiore rispetto a quella ricavata con il solo lavoro del titolare.

Per approfondire irap ausilio famigliare


Share