Milano, 20 febbraio 2017 – Le sue dimensioni non superano quelle di un tasto <Enter>. Il sensore reflex U1KT001 wenglor per il tasteggio diretto a ultrasuoni si caratterizza per un ingombro di appena 32 x 16 x 12 mm, ma offre prestazioni eccezionali, tra cui un campo di misura variabile che va da 30 a 400 mm. Il sensore dispone di due uscite di commutazione indipendenti che possono essere configurate tramite IO-Link o mediante la funzione Teach-In per la rilevazione di fluidi, così come di oggetti, che possono essere opachi, trasparenti o riflettenti, in corrispondenza di due punti di commutazione (set-point). È possibile rilevare con estrema accuratezza i valori di minimo e di massimo durante operazioni di misura del livello – ad esempio in fase di riempimento e/o di verifica altezze durante l’impilamento di oggetti – anche in presenza di condizioni ambientali che potrebbero generare interferenze, quali ad esempio luci estranee, nebbia o polvere.

Il campo delle possibili applicazioni è vasto e, grazie alla sua semplicità di utilizzo, il sensore U1KT001 può essere facilmente impiegato per automatizzare numerose attività: misurazioni di livello (fluidi e/o merci sfuse), controllo della freccia di flessione per la regolazione dell’alimentazione di materiale, ad esempio in macchine per il packaging o la stampa, rilevamento dell’altezza di impilamento di materiali a magazzino, controllo della presenza.

I tasteggi diretti U1KT001 con uscita digitale si caratterizzano per un grado di protezione IP68, che li rende idonei per impieghi in condizioni critiche, in presenza di pulviscolo, sabbia e acqua.

Intelligente grazie all’interfaccia IO-Link e alla modalità Teach-In

I parametri del sensore U1KT001 possono essere impostati tramite l’interfaccia IO-Link, la quale consente anche la lettura dei dati diagnostici e di processo. Le stesse impostazioni possono essere facilmente duplicate su altri sensori grazie alla funzione di data storage.
Le due uscite digitali di commutazione possono essere impostate velocemente nel giro di pochi secondi senza alcuna specifica competenza tecnica grazie alla modalità Teach-In, le cui istruzioni si trovano sul retro del sensore. Una volta impostati i parametri, un tasto di blocco evita modifiche accidentali.

L’elettronica del tasteggio diretto a ultrasuoni dispone di una funzione di compensazione termica integrata che consente di stabilizzare eventuali variazioni delle temperature ambientali che potrebbero influire sulla precisione della misurazione. Lo stato dell’alimentazione e delle due uscite digitali, di cui una può essere configurata in modo errore, è chiaramente indicato da luci LED.

Tre modalità operative per un’ampia applicabilità

I sensori reflex a utrasuoni U1KT001 possono essere utilizzati in tre diverse modalità operative: sincrona, multiplex e a barriera. La modalità sincrona permette di impiegare fino a 40 sensori in un’unica applicazione ed è particolarmente adatta qualora il rilevamento debba essere fatto su superfici estese.

 

In modalità multiplex possono essere utilizzati fino a 16 sensori per emettere alternativamente impulsi ultrasonori senza generare interferenze reciproche, cosa che risulta molto utile in presenza di spazi ridotti.
Il funzionamento a barriera si basa invece sull’installazione di due sensori (trasmettitore e ricevitore) collocati su lati opposti o ad angolo. Questa modalità è ideale per applicazioni caratterizzate da elevate frequenze di commutazione e ampi campi di lavoro.

Le caratteristiche principali dei sensori reflex a utrasuoni U1KT001:

  • –  2 uscite digitali di commutazione indipendenti
  • –  Campo di misura: da 30 a 400 mm
  • –  Dimensioni: 32 x 16 x 12 mm
  • –  IO-Link: versione 1.1
  • –  Grado di protezione: IP68
  • –  Temperature di esercizio: da -30 °C a +60 °C
  • –  Modalità di funzionamento: sincrono, multiplex, a barriera 

    A proposito di wenglor

    wenglor sensoric italiana srl è la filiale locale di wenglor sensoric GmbH, azienda tedesca che sviluppa tecnologie di automazione innovative che comprendono un’gamma di sensori intelligenti, sistemi di sicurezza e di elaborazione delle immagini, con standard di comunicazione modermi per le industrie di tutto il mondo. Grazie al continuo focus su qualità e innovazione, i prodotti wenglor soddisfano efficacemente sia i requisiti standard che quelli eccezionali.Fondata nel 1983, wenglor è guidata dalla famiglia Baur oggi giunta alla seconda generazione. Con sede a Tettnang, in Germania, wenglor conta oltre 800 dipendenti worldwide ed è strutturata con quattro siti di produzione, un centro logistico internazionale e 44 filiali nel mondo, che servono 55.000 clienti in 45 paesi diversi.
    Per maggiori informazioni su wenglor: www.wenglor.it

Contatti Media: Contatti Wenglor:

Mariateresa Rubino, Alberto Taddei

contactvalue@contactvalue.it +39 02 87250335

Elio Bolsi

info.it@wenglor.com +39 02/929562-00


Share