Nell’ambito delle attività di promozione e tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, un ruolo fondamentale, accanto a quello del datore di lavoro, è svolto dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

 

Il RSPP, se esterno, ha funzioni di natura consulenziale, ovvero collabora con il datore di lavoro e lo supporta, secondo l’art. 33 D.Lgs. 81/08:

 

  • nell’individuazione dei fattori di rischio, nella valutazione dei rischi e nell’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro;
  • nell’elaborazione delle procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • nella predisposizione dei programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
  • nell’elaborazione delle misure preventive e protettive.

 

Egli inoltre partecipa alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica annuale.

 

La collaborazione tra datore di lavoro e RSPP è fondamentale in quanto quest’ ultimo possiede la conoscenza specifica dell’organizzazione aziendale, necessaria affinché il datore di lavoro riesca ad identificare e valutare meglio i rischi, nonché a suggerire le misure ed i comportamenti idonei a garantire i più elevati livelli di sicurezza in azienda.

 

Quali sono i requisiti obbligatori per un RSPP?

  • Il possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore;
  • L’attestato di frequenza a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.

 

Quindi, chiunque intenda assumere il ruolo di RSPP e gestire gli aspetti inerenti la salute e la sicurezza di altre aziende dovrà frequentare un corso di formazione, che prevede l’effettuazione dei Moduli A, B e C.

 

Il Modulo A riguarda il corso generale di base ed ha una durata minima di 28 ore. La partecipazione al corso costituisce credito formativo permanente (non necessita di aggiornamenti).

 

Il Modulo B di specializzazione è il corso orientato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Ha una durata che varia da 12 a 68 ore a seconda del macrosettore ATECO di riferimento. Necessita di un aggiornamento quinquennale.

Il RSPP che è stato formato per un macrosettore può esercitare le rispettive funzioni solo all’interno di detto macrosettore. In caso di nomina in azienda con un macrosettore differente da quello di formazione, dovrà essere effettuata la formazione specifica.

Il Modulo C di specializzazione riguarda la formazione sulla prevenzione e protezione dai rischi di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative, e tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali. Ha una durata di 24 ore e, come il modulo A, costituisce credito formativo permanente.

corso online RSPP su http://impresa8108.it/store/products/pacchetto-freelance-rspp-esterno-mod-a-b-e-c


Share