Milano, 9 Giugno 2016 – Rockwell Automation ha fornito recentemente a South African Breweries (SAB) il primo sistema di controllo completamente automatizzato e basato su rete EtherNet / IP per un nuovo impianto di produzione del malto situato a Alrode, Gauteng. Il nuovo sistema di controllo integrerà i processi di produzione del malto che generalmente sono separati, grazie ad un’unica soluzione basata su una singola infrastruttura di rete EtherNet / IP per offrire visibilità e dati fruibili sia a livello di produzione che manageriale di SAB. Una volta completata la messa in servizio prevista per i primi mesi del 2016, l’impianto coprirà la produzione di malto necessaria a oltre la metà dei produttori di birra del Sud Africa e Namibia.

A sostegno dell’economia del luogo, il nuovo impianto per la produzione di malto situato ad Alrode, accanto all’esistente fabbrica della birra sempre di proprietà della compagnia, aumenterà la produzione di malto locale dal 60 al 90%, riducendo l’impatto finanziario derivante dalla sua importazione. L’impianto permetterà di migliorare notevolmente l’attuale capacità produttiva aumentando la produzione di malto da 42 000 a 150 000 tonnellate annue.

SAB ha contattato Rockwell Automation per la progettazione di una soluzione completamente automatizzata e basata su infrastruttura di rete Ethernet/IP per il proprio impianto di produzione di malto, il primo in assoluto per SAB. La soluzione Rockwell Automation implementata rende disponibili al resto dell’azienda SAB tutti i dati della produzione, dando vita a una Connected Enterprise “Con la convergenza tra sistemi OT (Operation Technology) e IT (Information Technology) offriamo a SAB un accesso sicuro ai dati di produzione, di business e transazionali per migliorare la propria supply chain, le prestazioni economiche e la sostenibilità dell’impianto.”, spiega Adrian van Wyk, Business Manager for Power e components, Rockwell Automation, Africa sub-sahariana.

Tutti i dispositivi e processi all’interno dell’impianto sono integrati tramite una singola infrastruttura di rete sicura con hardware a doppia porta EtherNet / IP collegato in configurazione ad anello. “Oltre ad essere una soluzione tecnica pronta per qualsiasi evoluzione futura permette, allo stesso tempo, un elevato livello prestazionale e la resilienza di rete a livello di dispositivo”, commenta van Wyk.

Controllati dai PAC Allen-Bradley ControlLogix e dagli switch Industrial Ethernet /IP Stratix Allen-Bradley, i sistemi di controllo motore includono oltre 500 relè elettronici di protezione E300, 70 convertitori CA PowerFlex 750 e 50 avviatori statici SMC Flex per l’avviamento, l’arresto, il controllo e la protezione del motore per una maggiore efficienza di produzione.

Per supportare il monitoraggio e i consumi energetici, la riduzione del carico e l’analisi delle armoniche, Rockwell Automation ha previsto una serie di soluzioni di misurazione Allen-Bradley PowerMonitor. Per ridurre i costi di cablaggio il partner tecnologico MSE ha invece fornito tutti i centri di controllo motore pacchettizzati distribuiti in tutto l’impianto.

“Il nuovo sistema automatizzato offre al personale SAB un controllo globale dell’impianto, dal livello di produzione fino a quello manageriale, grazie all’integrazione sicura su una singola infrastruttura di rete EtherNet / IP “, aggiunge van Wyk. “Consentendo un accesso sicuro ai dati di produzione, alla diagnostica delle macchine e alla ricerca automatica dei guasti, il sistema permette a SAB di avere totale visibilità dello stabilimento di produzione del malto, e quindi di accelerare il time to market, ridurre il costo totale di proprietà, oltre a permettere un miglior utilizzo delle risorse e del rischio di impresa nella produzione del malto “.

Al fine di mantenere lo stabilimento continuamente in funzione, 24/7, 365, tutti i dispositivi del Centro Controllo Motore sono provvisti della funzione di configurazione automatica del dispositivo (ADC) per l’auto-riparazione e la configurazione in automatico della componentistica sostitutiva. La funzione ADC associata alla topologia di rete ad anello di Rockwell Automation che garantisce una comunicazione continua e in tempo reale dei dispositivi, fornisce a SAB una maggior resilienza della rete e riduce i fermi macchina non pianificati.

“Non c’è parte del nuovo impianto che non sia collegata; tutto tramite rete EtherNet / IP “, commenta van Wyk. “Abbiamo utilizzato le più recenti tecnologie di controllo e di controllo motore che oltre ad essere a prova di evoluzioni future, offrono a SAB capacità immediate a garanzia di una maggiore produttività, sostenibilità e risposta competitiva alle richieste di un mercato dinamico e globale.”.

Advansys, l’integration partner è responsabile dell’integrazione di tutti i processi e sistemi di controllo dell’impianto. Attualmente in funzione a una capacità del 70%, l’impianto SAB Maltings Alrode sarà a pieno ritmo nel primi mesi del 2016.

 

A proposito di Rockwell Automation

Rockwell Automation, (NYSE: ROK), è leader mondiale nella fornitura soluzioni per l’automazione, per il controllo e per l’IT che aiutano i produttori a ottenere vantaggio competitivo nel proprio business in modo sostenibile. Con sede a Milwaukee, Wisconsin, USA, la società impiega circa 22.000 dipendenti e serve clienti in più di 80 paesi.

 

Per informazioni stampa:

Rockwell Automation
Laura Scandone Mariateresa Rubino
Field Marketing Specialist – Italian Region Communications Consultant
Tel. + 39 389 4573163
Mail: lscandone@ra.rockwell.com Mail mariateresarubino@gmail.com

 

 

Allen-Bradley, PowerFlex, SMC Flex, PowerMonitor and Rockwell Automation are trademarks of Rockwell Automation, Inc. Add ControlLogix, etc.


Share