L. Ron Hubbard scrisse in una delle sue riviste: “Il problema droga è planetario. Sguazza nel sangue e nella sofferenza umana”.
> Ritalin è il nome comune per metilfenidato, stessa classificazione della cocaina, morfina ed anfetamine.
> E’ una vera e propria droga con effetti praticamente uguali a quelli della cocaina e delle anfetamine, ma con danni alla salute mentale e fisica ancora più gravi.
> In uno studio della DEA (ente governativo USA) si legge: “All’uso prolungato di metilfenidato sono stati associati episodi psicotici, illusioni paranoiche, allucinazioni e comportamenti anomali, simili alla tipica tossicità delle anfetamine. Sono state riportate gravi conseguenze fisiche e la possibilità di morte”. Anche senza abusi di somministrazione, gli effetti collaterali includono: “cambiamenti di pressione sanguigna, angina pectoris, perdita di peso, psicosi tossica. Durante la fase di astinenza c’è la possibilità di suicidio”. Gli effetti collaterali sopracitati sono riportati anche nel foglietto illustrativo allegato al farmaco.
> Oltre che nei documenti citati, trovate questi e altri dati nella “Guida all’uso dei farmaci per i bambini”, distribuita largamente dal Ministero della Salute, Direzione generale della valutazione dei medicinali e della farmacovigilanza. Dunque il RITALIN quale malattia dovrebbe curare?
> La pratica psichiatrica si basa sul “Manuale diagnostico e statistico per malattie mentali” (DSM). Pubblicato per la prima volta nel 1952, conteneva 112 malattie mentali. Oggi, nell’ultima edizione, che risale al 1994, ne contiene 374! Queste informazioni sono tratte dal DVD “documentario DSM Manuale Diagnostico Statistico il più letale imbroglio della psichiatria”.
> Come vengono scoperte queste malattie?

Ricerche?
> Test di laboratorio?
> Scoperte scientifiche?
> Nell’edizione del DSM del 1980 apparvero 32 nuove malattie dell’infanzia e dell’adolescenza, tra cui la famigerata ADHD, che dovrebbe essere “curata” con il metilfenidato.
> Vai sul sito: www.noalladroga.it avrai altre informazioni riguardo alle droghe.
> Per info:
> Aiudi Renata 335 7864031
> 18 gennaio 2013


Share