La Camera ha approvato l’emendamento al Decreto Milleproroghe, che consente ai lavoratori con partita IVA di scegliere per tutto il 2015 tra vecchio e nuovo Regime dei Minimi.

Resta quindi in vigore per il 2015 il vecchio regime fiscale con aliquota al 5%, a vantaggio dei lavoratori in mobilità e dei giovani professionisti under 35 che potranno ancora usufruire, per un massimo di cinque anni, dell’ aliquota del 5%  per nuove attività con ricavi annuali sotto i 30mila euro.

Il nuovo Regime dei Minimi introdotto dalla Legge di Stabilità 2015, stabilisce invece un sistema forfettario con aliquota al 15% che non prevede un numero massimo di anni all’attivo o  limiti di età. Al nuovo Regime si può accedere sulla base di specifici tetti massimi di ricavo, diversi per ciascuna attività lavorativa ed associati ai codici ateco 2007.


Come conoscere il ricavo massimo previsto per una attività? Attraverso codiceateco.it, inserendo la professione o il codice ateco 2007, è possibile conoscere la soglia di ricavo massimo per accedere al nuovo Regime dei Minimi.


Share