All’interno del“Rapporto annuale 2014 dell’attività di vigilanza in materia di lavoro e legislazione socialediffuso in data 27 febbraio 2015 dalla Direzione Generale per l’attività ispettiva, ha rilevato su un campione di 140.173 aziende ispezionate, oltre a numeri ancora troppo elevati di lavoratori irregolari (73.508) e lavoratori totalmente in nero (41.030), gravi mancanze nell’operato delle imprese in ambito di sicurezza del lavoro.

In materia di sicurezza del lavoro si registra, infatti, un tasso di irregolarità delle imprese pari al 68,48%, con un incremento percentuale di quasi  3 punti rispetto al 2013.

Dall’analisi effettuata nel settore dell’Edilizia, si segnala che il 37% delle violazioni riscontrate sono legate al rischio di caduta dall’alto mentre il 19% si riferisce a rischio elettrico, utilizzo di attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuali e collettivi.

Dall’analisi dei dati è stata rilevata inoltre una scarsa attenzione nel rispetto dei principali obblighi in capo ai datori di lavoro: su tutto il campione delle aziende ispezionate, emergono carenze nella realizzazione di una corretta e completa valutazione dei rischi aziendali ed interferenziali (circa il 7% delle violazioni riscontrate) e violazioni in termini di sorveglianza sanitaria del personale (12%) e mancata informazione e formazione 8108 dei lavoratori (12%).

visita la pagina dei nostri corsi di sicurezza sul lavoro su Impresa8108


Share