La meditazione trascendentale è una tecnica nata in India e arrivata dalle nostre parti alla fine degli anni ’50 grazie a Maharishi Mahesh Yogi; l’obiettivo di questo metodo, che si distacca completamente dai classici sistemi filosofici o religiosi, è l’aumento del benessere fisico e psicologico della persona e, attraverso questo, il miglioramento della qualità della sua vita.

A differenza di altre tecniche, la meditazione trascendentale non è basata sulla contemplazione o la concentrazione, ma è un percorso che porta la mente ad andare oltre (trascendere, appunto) tutte le attività di pensiero per raggiungere la fonte stessa del pensiero. Solo così si può arrivare al quarto stato di coscienza, che non è né veglia, né sonno, né sogno, ma che permette al corpo e alla mente di riposarsi in modo profondo, in modo da ritrovare tutte le energie.

I vantaggi della meditazione trascendentale e i personaggi famosi che l’hanno scelta

La tecnica per raggiungere il quarto stato di coscienza può essere appresa solo tramite l’insegnamento di un docente formato direttamente da Maharishi Mahesh. Il corso dura sei giorni e viene svolto individualmente; dopo questa fase la meditazione può essere praticata per due volte al giorno per una ventina di minuti, stando seduti con gli occhi chiusi e ripetendo il mantra (che deve rimanere segreto) indicato dall’insegnate.

I vantaggi che derivano da questa tecnica sono molteplici: si va dalla riduzione dell’ansia, dell’insonnia o della depressione al rafforzamento della resistenza allo stress, una serie di fattori che permettono di migliorare la qualità della propria vita e del rapporto con gli altri. Riassumendo, si può dire questa tecnica permette di ottenere uno stato di riposo più profondo addirittura del sonno, la pace e la felicità interiore, uno sviluppo olistico del cervello.

Da quando la MT è arrivata nei Paesi occidentali più di sei milioni di persone hanno voluto imparare questa tecnica; tra questi, sono tantissimi i personaggi famosi che hanno scelto di praticare la meditazione trascendentale: oltre ai Beatles si possono citare i cantanti Moby e Katy Perry e gli attori Hugh Jackman e Jennifer Aniston.


Share