Nasce eCult per la conservazione dell’identità culturale dei territori

La cooperativa LOGiN: lancia il progetto eCult, dal libro all’eBook

Da qualche mese sul web è comparso il sito www.eCult.it, un contenitore di eBook di interesse culturale che ogni giorno riceve numerosissime visualizzazioni, seppure il lavoro di inserimento dei libri è appena iniziato.
L’idea è della LOGiN:, una cooperativa che si occupa da anni di editoria elettronica, e si rivolge ad enti, associazioni e fondazioni che hanno prodotto libri sulla storia, le arti e le tradizioni dei territori di appartenenza, raggiungendo un pubblico relativamente esiguo a fronte del grande valore culturale dei testi.
La scarsa circolazione di questi volumi è spesso dovuta al numero limitato di stampe realizzate o alla mancanza di un codice di riferimento, per cui il trasferimento dei testi dal formato cartaceo a quello digitale (eBook) rappresenta una soluzione a queste problematiche insieme a quella del deperimento del supporto.
La trasformazione in eBook permette infatti una diffusione su larga scala e la conservazione permanente di questo tipo di libri, rendendoli facilmente fruibili su tutti i dispositivi mobili oggi disponibili (eBook reader, smartphone e tablet) e su pc.
Non meno importante è il fatto che i testi pubblicati da quegli enti che a vario titolo si occupano di tutela e promozione del territorio, nel formato eBook, possano diventare uno strumento di attrazione turistica, riuscendo a “raccontare” ad un pubblico di utenti sempre più vasto un luogo e le sue bellezze.
Il progetto eCult permette di salvaguardare i libri destinati a finire nel dimenticatoio e a diffondere il “culto” delle opere di ingegno, ovvero quei libri a cui il progetto si rivolge, che vengono così identificati come un’icona sociale, fortemente rappresentativa della storia della comunità.

Alberto Musto
alberto.musto@ecult.it


Share