Assai spesso nella realizzazione giardini sono scelte, tra le tradizionali piante verdi e fiorite, anche le cosiddette piante aromatiche, ovvero quelle piante che si caratterizzano per il loro odore piacevole ed intenso, dovuto alla presenza naturale di alcune sostanze chiamate “oli essenziali” presenti in maniera massiccia in questo tipo di flora.
Proprio per via di questa caratteristica, ovvero del loro spiccato profumo, le piante aromatiche sono spesso utilizzate in cucina come condimento dei cibi, o semplicemente per assicurarsi in giardino, in ogni periodo dell’anno, quel piacevole profumo nell’aria.


Le piante aromatiche più note, oltre che più scelte nella realizzazione giardini, sono le piante di menta, pepe, salvia, rosmarino, lavanda e cappero, ognuna delle quali ha le sue peculiarità in quanto ad esigenze di luce solare, di temperatura e di fabbisogno di acqua; in generale, tuttavia, si può certamente affermare che le piante aromatiche sono piuttosto resistenti e poco esigenti, oltre al fatto che, al contrario di molte altre piante da giardino, possono crescere e svilupparsi anche in un semplice vaso; non a caso, d’altronde, difficilmente mancano nei piccoli giardini allestiti sui balconi e sulle terrazze.
La soddisfazione di arricchire le pietanze con delle foglie di pianta aromatica è davvero grande per tutti gli appassionati di giardinaggio.


Share