Nuova Scuola di Osteopatia organizza un evento formativo per approfondire il trattamento manuale osteopatico del bacino in relazione a patologie come pubalgia e lombalgia, che si terrà sabato 17 maggio presso il Polo universitario di Pordenone.
Il bacino nella terapia manuale osteopatica – Lombalgia e pubalgia due facce della stessa medaglia” è il titolo di una giornata formativa voluta da Nuova Scuola di Osteopatia per approfondire le patologie che affliggono il bacino viste da un punto di vista “olistico”, tipico dell’approccio osteopatico.
L’evento, a ingresso libero, è destinato a studenti e professionisti dell’area sanitaria e laureati in Scienze Motorie che desiderano acquisire semplici test e tecniche veloci ed efficaci di trattamento per dare una risposta valida a patologie che solitamente sono altamente invalidanti.

Durante l’evento verranno forniti diversi elementi di base fondamentali per comprendere la biomeccanica del bacino e la sua fisiologia. La loro acquisizione consentirà ai professionisti presenti all’incontro di poter integrare le precedenti conoscenze con una nuova visione di patologie quali pubalgia e lombalgia, che appariranno non tanto come problema, quando come risposta naturale dell’organismo a una necessità, originata da un disturbo muscolo-scheletrico piuttosto che viscerale.
Relatore della giornata sarà il direttore NSO dott. Paolo Bruniera, fisioterapista e osteopata D.O., che così spiega le motivazioni che lo hanno spinto a tenere questo incontro: “Alla fine della giornata formativa vorremmo che tutti i presenti fossero in grado di riutilizzare le conoscenze che sono già in loro possesso, integrandole con questa nuova visione del problema e con le diverse tecniche di valutazione e trattamento che arrivano dal mondo dell’osteopatia, per poter sperimentare l’efficacia di un approccio “alternativo” al tradizionale approccio medico-riabilitativo“.

Organizzata da Nuova Scuola di Osteopatia (NSO), con il patrocinio del Consorzio Universitario di Pordenone, la giornata si terrà dalle ore 8.45 alle ore 16.30 presso il Polo universitario (via Prasecco 3/a).
Per motivi organizzativi l’ingresso – libero –  sarà limitato alle prime prenotazioni pervenute e comunque entro e non oltre il 30 aprile, tramite questo modulo o registrandosi on line.


Share