In Italia i dolci delle feste sono per eccellenza il Panettone, il Pandoro e la Colomba, tutti e tre originari delle regioni del Nord Italia, ma a quanto pare- contrariamente a quanto la maggior parte di noi crede- all’estero esistono molti altri dolci altrettanto buoni, che vengono preparati in occasione delle feste.

In Austria ad esempio in occasione del pranzo Natale si usa preparare delle delizie del palato che si chiamano Gugelhupf o Kugelhupf; il nome deriva da un termine utilizzato in Austria, Germania meridionale, Svizzera, Tirolo e Alsazia per indicare un tipo di torta, il termine “Kugel” letteralmente significa palla o globo; generalmente ha la forma di una ciambella, solo che è molto più alta, all’incirca quanto –appunto- un panettone. Questo sofficissimo dolce a base di impasto lievitato, con uvetta, mandorle e brandy di ciliegia Kirschwasser fu scelto addirittura come dolce rappresentativo dell’Austria al Caffè Europe, per il giorno europeo 2006. A seconda dei gusti, all’impasto classico si possono aggiungere frutta candita e noci; la cottura avviene in un’apposita teglia circolare.
In Germania invece un prodotto tipico antico ed apprezzato è il Christstollen, che si prepara a Dresda già dal XV secolo; simile ad uno strudel nella forma, la sua ricetta racchiude in sé un significato religioso; a quel tempo infatti la forma dei prodotti dolciari e di panetteria ricordava spesso simboli religiosi, così il tipico Brezel (pane intrecciato a forma di otto) era dedicato alla forma delle manette portate da Cristo, i Pfannkuchen (krapfen) richiamavano la spugna, con la quale fu abbeverato mentre era sulla croce, lo Stollen invece, per la sua forma racchiusa, doveva rappresentare Gesù Bambino avvolto tra le fasce.
In Brasile invece il tipico dolce natalizio è il Bolo de Natal, una torta di forma rotonda o a ciambella a base di farine miste a zucchero, uova, burro, noci tritate, frutta candita e spezie. In Romania invece si usa preparare un dolce basso e rettangolare, ripieno di uvetta e canditi e ricoperto di granella di zucchero.
Un dolce tipico invece degli Stati Uniti del Sud è l’Angel Food Cake, o semplicemente Angel Cake; in Italia è conosciuto come il “Panettone Americano”, anche se negli USA non è preparato in occasione esclusivamente del Natale, ma viene fatto assieme ad altri prodotti come la colomba Pasqua oppure anche come dessert per il dopocena o per la colazione.
L’Angel Cake è un dolce dall’impasto chiaro, soffice e decisamente light, dato che viene preparato solo con albumi d’uovo, zucchero, farina e aromi; il segreto di questo peccato di gola è la montatura dei tuorli e l’aggiunta graduale degli ingredienti, che deve essere fatta tassativamente nell’ordine e quantitativi indicati nella ricetta; molto importante poi è anche che l’impasto venga versato nell’apposito stampo a ciambellone liscio, assolutamente non unto, e che la torta, una volta cotta, venga capovolta e lasciata in equilibrio su una bottiglia, restando così sospesa per almeno 2 ore, anche se il tempo ideale sarebbe 12 ore. Molto spesso l’Angel Cake viene servito con frutta fresca, ma è buonissimo anche se ricoperto da cioccolato o creme.

Serena Rigato
Prima Posizione Srl- stop badware Google


Share