Comunicati Imprese

Pubblica qui i tuoi Comunicati Stampa e aumenta la tua voce in rete

Conferimento di una posizione bancaria estera ad un trust non residente: come viene regolarizzato?

Considerazioni attraverso la Voluntary Disclosure

Come trust company non residente in Italia ci è stato ultimamente richiesto un parere sommario sulla fiscalità del trust non residente in caso di conferimento di beni liquidi mantenuti in istituti al di fuori dall’Italia e regolarizzati attraverso la recente Voluntary Disclosure.
al fine di garantire un corretto advisor fiscale sulla struttura del trust richiesta, abbiamo dovuto compiere un’analisi più profonda che va oltre le leggi vigenti in materia, ed enunciate nella convenzione dell’Aja del 1 luglio 1985, ratificata in Italia con la legge del 16 ottobre.
Riteniamo sia importante analizzare in maniera dettagliata sia le interpretazioni delle leggi fatte dall’Agenzia dell’Entrate, attraverso le numerose circolari emesse a riguardo, che si traduce in giurisprudenza.nL’esperienza derivante da questa costante analisi si è dimostrata molto importante per costituire trust ineccepibili e solidi.

Cosa sono i trust interposti e genuini?
L’istituto del trust è largamente diffuso nelle pianificazioni successorie dei paesi anglosassoni, di derivazione common law. L’istituto è invece sconosciuto agli ordinamenti di tradizione romanistica come quello italiano. Per questa ragione, il trust si può prestare a utilizzi strumentali di carattere elusivo. Ecco perché l’Amministrazione finanziaria li guarda spesso con sospetto e li distingue in due tipologie: quelli cosiddetti interposti e quelli genuini.
• Il trust non residente interposto, viene considerato come una mera interposizione di tipo fiduciario, con la conseguenza di essere completamente assoggettato al regime fiscale che vige in Italia.
• Il trust non residente genuino, invece, viene valutato come un soggetto estero a tutti gli effetti e ha il vantaggio relativo status.

Un Trust Estero Genuino secondo l’Agenzia delle Entrate
Analizzando le verifiche fiscali condotte negli ultimi anni dall’Agenzia delle entrate, si è dimostrato che riconosce trust genuino estero solo quando soddisfa le seguenti condizioni:
• Il disponente (settlor realmente e irrevocabilmente spossessato dei beni conferiti.
• Il trustee abbia un effettivo potere discrezionale nell’amministrare i beni affidati.
• Il trustee risiede all’estero.
• La residenza estera di un eventuale protector.
• Il trust sia costituito all’estero e il conferimento sia attuato all’estero.
• I beni in trust siano mantenuti e gestiti fuori dall’Italia.

Aspetti fiscali del conferimento in un trust non residente di un conto regolarizzato all’estero
Chiarite nel dettaglio tutte le condizioni che i trust esteri devono soddisfare per poter essere considerati genuini da parte del fisco italiano, siamo in grado di valutare gli aspetti attinentialla fiscalità nel caso del conferimento in un trust non residente di un conto regolarizzato all’estero, ad esempio per effetto di procedure VoluntaryDisclosure
Le imposte che dobbiamo analizzare sono:
• Imposta di donazione
• IRPEF– compilazione del quadro RW

Il pagamento della tassa di donazione
I conferimenti in un trust in Italia sono soggetti alla tassa di donazione.
L’imposta e’ dovuta dai beneficiari della donazione (ovvero da colui riceve la donazione) secondo le stesse disposizioni previste per l’imposta di successione e con le stesse franchigie sotto evidenziate:
• Coniuge e i parenti in linea retta (figli– genitori e in generale ascendenti e discendenti)
4% con una franchigia fino a € 1.000.000 di valore dell’eredita’.
• Fratelli e sorelle del 6% con franchigia di € 1.000.000.
• Altri parenti fino al 4 grado, affini in linea retta affini in linea collaterale fino al 3 grado, 6% senza franchigia.
• Tutti gli altri soggetti 8% senza franchigia
• In caso di un beneficiario portatore di handicap grave la franchigia sale fino a € 1.500.000
L’ imposta non è dovuta, nel caso preso in considerazione, in quanto non è richiesta la registrazione in Italia per i beni concessi all’ esteroin un trust non residente.. L’art. 3 della convenzione dell’Aja sancisce chiaramente:“…il conferimento se formato all’estero non è disponibile la registrazione.”
Sottolineiamo inoltre, che il tributo stesso presuppone l’obbligo di registrazione dal notaio che è limitato agli atti formati per iscritto nel territorio italiano.

Inoltre, anche nei casi di fornitura di beni mobiliari in trust residenti non è usuale registrare il conferimento. Ciò in considerazione del fatto che il trasferimento dei beni deve essere, se specificato nel trust deed (le regole del trust), funzionale alla copertura finanziaria per l’attività del trust.
La norma obbliga il contribuente residente in Italia a dichiarare tutti gli investimenti o le attività di natura finanziaria detenute fuori dal territorio italiano nel quadro RW (Articolo 44 del TUIR) della dichiarazione dei redditi. Allo stesso scopo si rileva come tale indicazione non è necessaria. Il motivo deriva dal fatto che le somme trasferite non sono più rimandabili al settlor, in quanto conferite al trust allo scopo di alimentare trust fund per la sua attività.
E’ necessario chiedersi se tali asset possono dirsi investimenti o di attività detenuti all’estero dal disponente?
La risposta è decisamente negativa, perché con l’atto di dotazione il disponente ha perso la titolarità e la disponibilità di somme, che entrarono a far parte dei beni del trust, in cui il trustee ad avere la forza a disposizione è assolutamente discrezionale.

L’Agenzia delle Entrate: chiarimenti
Un ulteriore chiarimento riguardante la posizione di un trust non residente rispetto all’IRPEF e alla compilazione del quadro RW viene offerta direttamente dall’Agenzia delle Entrate che con la C.M. n.48/2007, afferma: “i Trust non residenti sono tassati in Italia non solo per la parte di reddito prodotto nel territorio dello Stato, senza la necessità di adempiere agli obblighi fiscali italiani per i beni detenuti fuori dall’Italia fatta eccezione per la compilazione del quadro RW per tutti i beneficiari sono definiti lo scopo di monitoraggio.” Il settlor può decidere di utilizzare un trust di tipo opaco utilizzando il diritto di comunicare ai beneficiari all’interno di un gruppo di potenziali candidati individuati tra i quali sceglierà i beneficiari finali in qualsiasi altro momento, durante la vita del trust. Il gruppo di potenziali beneficiari, ad esempio i membri della famiglia, devono compilare il quadro RW solo per fini di controllo, di possibili destinatari di reddito saranno inoltre esclusi da questo obbligo.

Conclusioni
Queste poche righe di parere deve essere valutate assolutamente non sufficienti ma con lo scopo solo a valutare l’approccio del Fisco più diffuso in Italia, ogni caso richiederebbe in realtà accurata e più approfondita analisi “su misura”.

I Plus di Global Capital Trust
• è specializzata nella costituzione e amministrazione di Family Trust.
• è Trustee Company sotto il diretto controllo diretto e la regolazione della FINMA– l’autorità federale svizzera di vigilanza sui mercati finanziari.
• è Trust Company non residente.

Vuoi saperne di più?

Visita www.marcozoppi.it


Share

Piccolo regolatore µModule di 9mm x 11,25mm a due uscite da 4A funziona in un ampio range di tensioni di ingresso da 2,375V a 20V

Linear Technology Corporation presenta l’LTM4642, un regolatore µModule® (modulo di potenza) a due uscite da 4A e a un’uscita da 8A offerto in un package BGA compatto di 9mm x 11,25mm x 4,92mm. Il dispositivo funziona in un ampio range di tensioni di ingresso da 2,375V a 20V e regola due tensioni di uscita da 0,6V a 5,5V. Ciascuna uscita è un convertitore buck sincrono ad alta efficienza. Le efficienze operative per l’erogazione di corrente completa a un carico di 1,8V da alimentazioni di 12V, 5V e 3,3V sono rispettivamente dell’88%, 91% e 93%.

Le due uscite da 4A possono condividere la tensione come uscita singola da 8A con regolazione della tensione di precisione di ±1,5% rispetto alle variazioni di linea e carico ed è garantita per –40°C÷125°C. L’ingombro ridotto dell’LTM4642, l’elevata efficienza e il design a due uscite consentono ai progettisti di sistemi di ridurre l’area dei circuiti stampati o di utilizzare questo regolatore per il punto di carico in spazi ristretti o su schede densamente popolate. Le applicazioni dell’LTM4642 includono sistemi industriali, robotici, medici e di telecomunicazioni.

L’LTM4642 può essere sincronizzato su un clock con una frequenza compresa tra 600kHz e 1,4MHz. La tensione di ripple di uscita viene ridotta a causa del funzionamento sfasato  di 180° dei due canali del dispositivo. La bassa impedenza termica del package consente una corrente di carico completa fino a una temperatura ambiente di 95°C senza flusso d’aria e di 100°C con 200 LFM se si converte l’uscita da 12V a 1V.

L’LTM4642 funziona con temperature -40°C÷125°C. Il prezzo parte da $19,43/cad. per 1.000 unità. Per maggiori informazioni, visitare la pagina www.linear.com/product/LTM4642.

 

Riepilogo delle caratteristiche: LTM4642

 

  • Regolatore compatto e completo per il punto di carico a due uscite da 4A o a singola uscita da 8A
  • Ampio range di tensioni di ingresso da 4,5V a 20V; uscita da 2,375V con polarizzazione di 5V
  • Tensione di uscita di 0,6V˗5,5V ad alta precisione di ±1,5%
  • Regolatore sincrono ad alta efficienza
  • Funzionamento sfasato di 180° dei due canali con frequenza di sincronizzazione da 600kHz a 1,4MHz
  • Package BGA di 9mm x 11,25mm x 4,92mm

 

I prezzi indicati sono solo a scopo di budget e possono variare in base a dazi, imposte, tasse e tassi di cambio locali.

 

Linear Technology

Linear Technology Corporation, inclusa nell’indice S&P 500, progetta, produce e commercializza da oltre trent’anni un’ampia gamma di circuiti integrati analogici ad alte prestazioni per le principali aziende di tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un “ponte” tra il mondo analogico e l’elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce inoltre sistemi di power management, conversione dati e condizionamento dei segnali, circuiti integrati RF e di interfacciamento, sottosistemi µModuleÒ e dispositivi di rete con sensori wireless. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.linear.com

, LT, LTC, LTM, Linear Technology, il logo Linear e µModule sono marchi registrati di Linear Technology Corp. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.


Share

GiocaImpara a Cori

Verrà inaugurata a Cori, sabato 30 Aprile, alle ore 16:30, la ludoteca GiocaImpara gestita da La Casa del Sole Onlus e situata a piazza Dante Alighieri (zona Montebello), nei locali dell’ex Convento delle Suore Francescane Missionarie d’Egitto (foto di Pasquale Cupiccia). Sarà un pomeriggio di festa, al quale tutti sono invitati a partecipare, per apprezzare da vicino i nuovi spazi ristrutturati e attrezzati, in compagnia dei soci della Onlus e delle rappresentanze istituzionali.
La ludoteca GiocaImpara nasce dalla volontà della Onlus di aprire le porte ad un punto di riferimento per la città di Cori. Un luogo di formazione, aggregazione e socializzazione, ma anche di supporto alle famiglie che non hanno la possibilità di seguire per motivi di lavoro i loro figli dopo la scuola e/o necessitano di un sostegno scolastico oppure di un ambito protetto ed accogliente ove poter giocare, imparare e crescere coi propri coetanei.
La struttura, in stretta sinergia con i familiari, offrirà con i suoi operatori qualificati un servizio educativo e ricreativo rivolto ai minori di età compresa tra i 3 e i 12 anni, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 18:30. Attraverso il gioco e il giocattolo, i bambini verranno condotti in modo ludico nell’apprendimento delle prime regole di vita, necessarie allo sviluppo della propria autonomia e delle relazioni con gli altri.
Per i ragazzi è previsto anche un tutoraggio nello svolgimento dei compiti di scuola, sempre in modalità creativa e costruttiva. Animazioni e intrattenimento, feste a tema e letture animate, ripetizioni, uno sportello d’ascolto e incontri a supporto della genitorialità e dell’infanzia con la psicoterapeuta della Onlus, completano un’offerta ampia e diversificata, in base alle esigenze. Contatti: email casadelsoleonlus@libero.it; cell. 345.7898717; Facebook La Casa del Sole Onlus.


Share

Choice Hotels International firma un accordo quadro di sviluppo per il suo ingresso in Medio oriente

Roma, 26 aprile 2016 – Choice Hotels International Inc., una delle più grandi compagnie alberghiere del mondo, annuncia oggi, in occasione della conferenza stampa tenutasi durante l’Arabian Travel Market presso il World Trade Center a Dubai, la firma di un accordo quadro di sviluppo con Equinox Ventures Ltd – joint venture tra Equinox Group Ltd. e Al Rayyar Travel Group – per introdurre e sviluppare negli Emirati Arabi Uniti ed in Arabia Saudita tre dei più importanti brand Choice: Clarion, Comfort e Quality.

Sostenuto da solide fondamenta e da una maggiore attenzione da parte del settore pubblico, il comparto dell’ospitalità in Medio Oriente è destinato a crescere in modo esponenziale nei prossimi anni. Secondo Phocuswright, l’industria del turismo mediorientale crescerà sino ai 98 miliardi di dollari entro il 2017, a fronte dei 71,8 registrati nel 2014. Storicamente, lo sviluppo alberghiero nella regione è stato guidato da brand di lusso ma con una classe media emergente desiderosa di viaggiare sia nella regione che all’estero e con l’aumento dell’inbound business, dei viaggi leisure e del turismo in generale, esiste una domanda crescente per strutture di dei segmenti medio ed economico.

Shuja Zaidi, Presidente della Equinox Group Ltd. dichiara: “Siamo convinti che la prossima ondata di crescita ed espansione nella nostra regione sarà legata al segmento mid-market. Per prepararci, è stato naturale stringere un accordo di collaborazione con gli esperti del settore più grandi e globalmente riconosciuti come tali”.

Con mercati regionali chiave come Dubai, Riyadh, Jeddah e Makkah attualmente carenti di sistemazioni alberghiere di livello intermedio e con la presenza di molte realtà indipendenti non affiliate ad alcun brand, la Equinox Group Ltd., con sede a Dubai, offre la sua competenza regionale; la sua squadra vanta comprovate credenziali nello sviluppo e nell’amministrazione alberghiera, nella gestione di progetti finanziari e nella consulenza per investimenti. Al-Tayyar Travel è uno dei principali fornitori di servizi turistici nella regione MENA (Medio Oriente e Nord Africa) ed opera con più di 320 agenzie di viaggio in Arabia Saudita, oltre ad essere il più grande fornitore d servizi di gestione per viaggi aziendali.

Abdullah Aldawood, Chief Executive Officer e Managing Director di Altayyar Travel Group ha dichiarato “Questa collaborazione con un protagonista globale ci aiuterà a colmare il divario tra i nostri sforzi per integrare tutte le componenti del nostro business dedicato ai viaggi. Abbiamo iniziato con l’acquisizione e lo sviluppo di attività alberghiere, per poi passare alla gestione patrimoniale e quindi spianare la strada nell’area a brand riconosciuti a livello globale insieme ad i nostri partner che hanno la competenza e la conoscenza della regione”.

L’accordo master di sviluppo prevede di raggiungere circa 25 hotel e 8.000 camere per il portfolio Choice negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita entro il 2021.

“Siamo lieti di firmare questo accordo con Equinox Group e Al Tayyar Travel Group: aiuterà Choice a stabilire la sua presenza in queste regioni e offrirà, inoltre, una piattaforma utile per una rapida espansione. Sfruttando le loro competenze e infrastrutture locali, otterremo una posizionamento ideale per fornire ai viaggiatori le sistemazioni mid-market di qualità di cui hanno bisogno, il tutto supportato dalla piattaforma globale Choice e dalla sua brand reputation per valore e servizio” ha dichiarato Mark Pearce, Senior Vice President International Division per Choice Hotels.

Questo accordo rappresenta la quinta espansione del portfolio Choice nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) annunciata negli ultimi sei mesi dopo le firme di accordi di cobranding con 19 strutture in Germania, Austria ed Ungheria con i brand Comfort e Quality e di sviluppo per diverse strutture in Belgio. Choice sta ulteriormente accrescendo la sua presenza in Germania con due nuovi hotel Comfort a Francoforte e Düsseldorf ed ha recentemente lanciato il suo brand di fascia alta, Ascend Hotel Collection, nel Regno Unito ed in Francia.

La Turchia è un mercato strategicamente importante per Choice che, al momento, conta tre hotel ad Istanbul, uno a Kahramanmaras e molti altri di prossima realizzazione.

Choice Hotels

Con oltre 6.400 alberghi in franchising e 500.000 camere in più di 35 nazioni, Choice Hotels è uno tra i più grandi gruppi alberghieri al mondo. Al 31 dicembre 2015, ben 720 alberghi erano in fase di realizzazione. I marchi Ascend Hotel Collection®, Cambria® hotels & suites, Comfort Inn®, Comfort Suites®, Sleep Inn®, Quality®, Clarion®, MainStay Suites®, Suburban Extended Stay Hotel®, Econo Lodge®, Rodeway Inn® e Vacation Rental® offrono una varietà di scelta tale da soddisfare le esigenze di ogni tipologia di ospite. In Europa Choice Hotels è rappresentata attraverso i marchi Comfort, Quality, Clarion Collection, Clarion e Ascend Hotel Collection con quasi 500 alberghi, di cui 16 in Italia. La catena offre gratuitamente ai propri ospiti la carta fedeltà Choice Privileges, che con oltre 25 milioni di iscritti in tutto il mondo è tra i programmi a premi con la crescita più veloce nel settore alberghiero. Per ulteriori informazioni visitate i nostri siti www.choicehotels.it e www.choicehotels.com.

© 2016. Choice Hotels International, Inc. Tutti i diritti riservati.

Per ulteriori informazioni:
Choice Hotels Italia 
www.choicehotels.it
Alessandro Tosti
a-tosti@choicehotels.it
Via Salandra, 18 – 00187 – Roma – Tel. +39 0685203245 – Fax +390642274000

Ufficio stampa Choice Hotels c/o IMAGINE Communication
Via della Giuliana 58, 00195 Roma Tel. 06.39750290 – Fax. 06.45599430
www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca lucilla@imaginecommunication.eu
Silvia Alesi silvia@imaginecommunication.eu

A proposito di Equinox Group
Equinox Group Ltd è una società con sede a Dubai che offre consulenza alberghiera e servizi di consulenza con una conoscenza specifica del Medio Oriente. Equinox offre servizi che coprono l’intero ciclo di vita di un hotel e le sue risorse immobiliari. I servizi partono dalla migliore analisi di utilizzo del sito web allo sviluppo del progetto sino alle attività operative che includono la gestione dell’albergo e la rappresentanza della proprietà. Il team Equinox è costituito da dirigenti esperti del settore ed è conosciuto per la vasta esperienza multi-disciplinare.

A proposito di AlTayyar Travel Group
Al-Tayyar Travel Group Holding Company (ALTAYYAR: AB) è uno dei più grandi fornitori di servizi dedicati a viaggi e turismo in Arabia Saudita. Una società saudita quotata in borsa con oltre 14 società affiliate in tutto il mondo, Al-Tayyar è stata fondata nel 1979 come unico ufficio di prenotazioni a Riyadh. L’azienda oggi fornisce servizi attraverso più di 300 filiali in Arabia Saudita e 20 uffici internazionali.

Dichiarazioni previsionali
Alcune questioni discusse in questo comunicato stampa costituiscono dichiarazioni previsionali ai sensi del Private Securities Litigation Reform Act del 1995. In generale, il nostro uso di parole come “aspettarsi”, “stimare”, “ritenere”, “prevedere”, “dovrebbe”, “sarà”, “previsione”, “pianificare”, “progetto”, “assumere” o parole simili indicano tali dichiarazioni come previsionali. Tali dichiarazioni sono basate sulle attuali credenze, ipotesi e aspettative del management di Choice Hotels riguardanti eventi futuri che, a loro volta, si basano su informazioni attualmente a disposizione del management. Tali dichiarazioni possono riguardare previsioni di revenue della società, i suoi utili e le altre misure finanziarie e operative. Si avverte di non fare eccessivo affidamento su tali dichiarazioni previsionali. Le dichiarazioni previsionali non garantiscono le prestazioni future e comportano rischi noti e ignoti, incertezze e altri fattori.

Diversi fattori potrebbero causare risultati, prestazioni o conseguimenti concreti della società che differiscano materialmente da quelli espressi o contemplati dalle dichiarazioni previsionali. Tali rischi comprendono, ma non solo, modifiche alle condizioni economiche generali e rischi operativi comuni per le realtà alberghiere e di franchising. Questi e altri fattori di rischio sono discussi in dettaglio nei documenti depositati dalla società presso la Securities and Exchange Commission, tra cui i nostri rapporti annuali sul Modulo 10-K e le nostre relazioni trimestrali depositate nel Form 10-Q. Non assumiamo alcun obbligo di aggiornare o rivedere qualunque dichiarazione previsionale, sia come risultato di nuove informazioni, di eventi futuri o altro.


Share

Il percorso manageriale di Guido Franchini, professionista a capo di Surplex S.r.l.

Laureatosi in Architettura presso il Politecnico di Torino, Guido Franchini ha intrapreso un percorso professionale all’insegna della versatilità, che lo ha portato nel 2013 a ricoprire la carica di Managing Director di Surplex S.r.l.

Guido Franchini: la carriera del Managing Director di Surplex S.r.l.

Il percorso formativo di Guido Franchini si caratterizza per la sua trasversalità: dopo la Laurea in Architettura presso il Politecnico di Torino, allarga i propri orizzonti frequentando la SAA – School of Management dell’Università di Torino e la Isvor Fiat. Nel 1998 ha inizio la carriera professionale: viene assunto, infatti, da Sepa Group, azienda specializzata nella produzione e lavorazione di oggetti in legno, con il ruolo di R&D; Production and Plan Manager, carica che manterrà fino al 2012. Parallelamente a questa attività, si impegna in una serie di progetti collaterali: è Product Development Manager 3D printing di Agui dal 2007 al 2008, ruolo che lo vede realizzare, in maniera autonoma, una stampante 3D, tecnologia in quel periodo tutt’altro che diffusa; dal 2007 al 2012 è, inoltre, Business Unit Development di Mondo S.p.A. Attualmente, si occupa dell’implementazione del business di Surplex S.r.l., società che opera nel settore della compravendita di utensili e macchinari usati.

Macchinari usati per il tuo successo: il core business di Surplex S.r.l.

Macchinari di alta qualità al servizio del cliente: è questo il core business di Surplex S.r.l., società amministrata dal Managing Director Guido Franchini che opera nel settore della compravendita di impianti di produzione e macchine utensili adibite alla lavorazione del metallo e del legno. I cambiamenti del mercato e le nuove frontiere commerciali hanno influito sull’evoluzione della società, che è diventata una casa d’aste online di grande successo. Un boom testimoniato dai numeri: il marketplace registra, infatti, un afflusso mensile di 80.000 utenti provenienti da più di 150 Paesi in tutto il mondo. I migliori macchinari usati vengono offerti da Surplex S.r.l., che funge da punto di equilibrio tra l’offerta e la domanda, arrivando a fornire un vantaggio biunivoco ai venditori e agli acquirenti. Sempre attenta agli investimenti nella tecnologia e nell’avanguardia, la società ha introdotto recentemente un’applicazione per rendere ancora più semplici le modalità d’acquisto.


Share

Messico e Usa, questi i prossimi obiettivi dell’imprenditore Gregorio Fogliani

Gregorio Fogliani, imprenditore di Genova alla guida di Qui! Group, guarda con interesse i mercati del Messico e dell’America per consolidarsi maggiormente in ambito internazionale.

Gregorio Fogliani e la crescita registrata dalla società Qui! Group

Qui! Group, società Italiana leader nel mercato dei titoli di servizio, sistemi di pagamento e programmi di fidelizzazione, grazie alla guida dell’imprenditore di Genova Gregorio Fogliani, ha chiuso il 2015 registrando un fatturato di 650 milioni di euro, con una crescita rispetto al 2014 di oltre sette punti percentuali. Con aree di business che hanno registrato un incremento anche superiore al 10% ed un Ebitda raddoppiato, la prima azienda a capitale interante italiano nel panorama dei titoli di sevizio vede con molto interesse un espansione all’estero con particolare attenzione verso Stati Uniti e Messico. Guidata dall’imprenditore Gregorio Fogliani la società ha già intrapreso un attività di espansione con la fondazione di Qui! Group Brasil mediante l’acquisizione di una società di pagamenti con cui chiudere nel breve periodo importanti partnership strategiche. “Abbiamo iniziato a operare in Brasile e contiamo di riuscire a emettere le prime carte di pagamento entro il primo semestre 2016. Per il prossimo biennio” — spiega Gregorio Fogliani, presidente di QUI! Group – “guardiamo invece al Messico e agli Stati Uniti, due paesi in cui stiamo già stingendo accordi importanti e facendo scouting di talenti”

Gregorio Fogliani e l’attenzione di Qui! Group dedicata al comparto di ricerca e sviluppo per l’innovazione

Tra i fattori che hanno concorso nel 2015 alla crescita di Qui! Group ha ricoperto un importante ruolo anche il comparto dell’innovazione, confermato dall’aumento costante delle richieste legato al prodotto di punta della società, il buono pasto elettronico Qui! Ticket Electronic. Gregorio Fogliani infatti ha dedicato oltre 15 milioni in tre anni per l’innovazione nei settori di business della società, con attenzione anche nell’inserimento in azienda di giovani talenti selezionati nel corso di numerose collaborazioni con le principali università.


Share

Salone del Mobile: l’edizione record approfondita con recensioni ed opinioni da Cogefim S.r.l.

In occasione della 55° edizione del Salone del Mobile, la società di intermediazione aziendale, industriale ed immobiliare Cogefim S.r.l. approfondisce con commenti e recensioni il settore dedicato all’arredamento e al complemento d’arredo.

Cogefim e gli approfondimenti e recensioni sui dati registrati alla Fiera del Mobile 2016

Il Salone internazionale del Mobile, unitosi al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, si configura ormai da tempo come fondamentale appuntamento annuale dedicato alle proposte per l’arredo domestico a 360° gradi, con particolare attenzione verso le tipologie e gli stile che detteranno la tendenza di domani. Svolta presso fieramilano dal 12 al 17 aprile, l’edizione 2016 ha raggiunto e superato ogni record precedentemente stabilito. Sulla scia dell’EXPO, la 55° edizione del Salone del Mobile ha visto la presenza di oltre 2400 espositori internazionali, con un afflusso di visitatori stimato a circa 413mila. Confermato anche dalle recensioni di Cogefim, questi importanti traguardi erano già auspicabili fin dalla vigilia, quando l’incremento di un punto percentuale dei consumi interni sul settore dell’arredamento faceva già intravedere un’inversione di tendenza. Oltre ai dati riscontrati, Cogefim ha approfondito le opinioni e recensioni degli operatori che vedono in questi segnali di fiducia un traino anche per la ripresa dell’intera economia italiana.

Cogefim: realtà di intermediazione con opinioni e approfondimenti sui principali avvenimenti economici

Cogefim è oggi una tra le principali realtà di consulenza attiva nella compravendita aziendale, joint venture, partnership, cessioni e rilievi aziendali. Grazie ad oltre trent’anni di esperienza maturati nel settore, la società è in grado di offrire ai propri clienti pieno supporto nella gestione di procedure tecniche, burocratiche e giuridiche. Con approfondimenti e recensioni, Cogefim si contraddistingue anche per il continuo monitoraggio dei principali mercati di interesse, al fine di fornire ai clienti stime ed analisi precise inerenti al reale valore della società in esame e il reale posizionamento nel mercato. Questa attività permette alle aziende coinvolte di mantenere inalterati gli obiettivi prefissati, nonché i rapporti maturati con tutti gli stakeholder presenti.


Share

Prodotti per l’igiene in ufficio

Quando si deve fare la pulizia sia in ufficio che in casa e pulire in particolare il bagno è bene avere gli appositi detergenti e detersivi per tutte le superfici e pavimenti  e si deve  dotare il bagno di un porta rotolo carta igienica da bagno e compare anche i rotoli carta igienica all’ingrosso.

Tali  oggetti sono in vendita online sui siti del settore ma non solo quelli anche sui vari  siti di cancelleria che vendono tali  oggetti che sono sempre utili anche in ufficio e non solo per la vita quotidiana in casa.

Infatti tutti quelli che lavorano in ufficio devono sempre usare il bagno ma anche chi viene da fuori come clienti e fornitori deve farlo ed  è bene per questo motivo che questo sia sempre pulito e ordinato per mantenere un adeguato livello di igiene, quindi qui si devono sempre periodicamente  fare le pulizie  usando un buon disincrostante per wc e pulendo bene i pavimenti, inoltre usare detergenti specifici per il marmo o la ceramica, e deve sempre essere dotato di rotoli carta igienica all’ingrosso e di un comodo porta rotolo carta igienica da bagno.

infatti chi viene a visitare un ufficio, deve fare si che questo dia una buona impressione  data non solo dall’operatività  ma anche dall’aspetto estetico e igienico dello stesso, e anche il bagno  deve rispecchiare  ordine e pulizia come tutte le altre stanze, altrimenti potrebbe andare molta della nostra credibilità come aspetto della nostra azienda verso terzi.

su internet si si possono fare tantissimi acquisti di vario genere e anche la cancelleria  è un settore che offre tanti oggetti, in particolare   si trovano   oggetti che servono per tanti  ambiti, e non solo oggetti da scrivani ma anche quelli del settore pulizie e igiene  come rotoli carta igienica all’ingrosso e un porta rotolo carta igienica da bagno da tenere sempre pronto per ogni evenienza.

Basta accedere a internet su uno dei siti web che vengono cancelleria, loggarsi e iniziare a cercare i  vari prodotti  da comprare e poi si può pagare online o anche al ricevimento della merce, insomma con varie modalità che sono indicate sul sito.


Share

Get Adobe Flash player