Sempre di più negli ultimi tempi si assiste a spot pubblicitari che esaltano la naturalezza e la genuinità dei prodotti. Mangiare sano è diventato un must. Questo succede perché nell’ultimo decennio si è assistito ad un cambiamento di rotta o meglio si è scelto di prendere la giusta direzione nella cura del proprio corpo e della propria salute. Palestre sempre più affollate, centri estetici esauriti, dietisti e nutrizionisti ricercatissimi.


La tutela del proprio corpo e del proprio benessere sono entrate nelle case degli italiani in modo prepotente e ne hanno cambiato le abitudini. Le trasmissioni televisive su questi argomenti abbondano e ognuno di noi conosce, oggi, le regole base per stare bene ed una di queste è mangiare sano.

Mangiare Sano

Mangiare sano non vuol dire necessariamente mangiare poco, ma significa mangiare cibi genuini che non abbiano subito trattamenti. Uno dei cibi più consigliati è la verdura. Gli effetti benefici della verdura sono diversi ma si possono ottenere solo se queste non hanno subito stress ovvero non siano state “gonfiate” con fertilizzanti. Verdure allo stato naturale, magari piccole e brutte ma sane e genuine che siano state sottoposte ad un metodo di produzione agricolo BIO. Le verdure contengono pochissime calorie ma soprattutto pochissimi grassi e dalle ultime ricerche effettuate emerge che abbiano diverse sostanze che hanno un effetto protettivo sull’organismo: riducono il rischio di tumori, ci proteggono dai radicali liberi, allontanano il rischio di infarto e di diabete. Per fare qualche esempio basta sapere che gli spinaci, ricchi di potassio, fibra alimentare e ferro, ci proteggono dall’invecchiamento oppure che le carote aiutano la vista e il sistema immunitario e così via per tutte le verdure. Ognuna di loro contiene sostanze benefiche ma, come già detto, devono essere sane e genuine. Non è facile controllare la vita delle verdure che arrivano sulla nostra tavola, non possiamo sapere per quali mani siano passate quelle che acquistiamo al supermercato o quelle che prendiamo dal nostro fruttivendolo di fiducia, chi e come le ha coltivate. Alle volte chiudiamo un occhio e speriamo che ciò che mangiamo sia veramente sano pensando che arrivare alla “verità” sia impossibile. Se davvero si desidera mangiare sano, avere delle verdure genuine, seguire il metodo di coltivazione al quale sono sottoposte bisognerebbe seguirle passo dopo passo, dal terreno alla nostra tavola.

Certificazione Biologica degli Ortaggi

Il metodo più sicuro sarebbe coltivare personalmente le verdure, ma non sempre è possibile. Conoscere delle regole base ci può però aiutare e ci può condurre ad una soluzione ottimale. Innanzitutto bisogna essere sicuri che gli ortaggi siano stati coltivati con tecniche rispettose del terreno, dell’acqua, dell’ambiente circostante e che siano stati esclusi concimi e medicinali e per avere questa certezza basta conoscere ed informarsi sulle diverse certificazioni di agricoltura biologica che esistono e che garantiscono la genuinità dei prodotti, poi bisogna conoscere e mangiare verdure di stagione, quindi conoscere il periodo di maturazione delle verdure. L’informazione sul periodo di maturazione di un determinato tipo di verdura ci aiuterebbe ad evitare quelli che sono cresciuti in serre o aiutati da concimi e quindi ci permetterebbe una cernita come ad esempio evitare melanzane e peperoni in inverno poiché sono delle verdure che maturano in estate. Se davvero si vuole mangiare sano e si vuole favorire il proprio benessere qualcosa si può fare.

Mangiare sano, mangiare bio oggi si può.

Visita il sito Orto del Vicino


Share