Ora chiedetevi onestamente se quando qualcuno suggerisce di fare immersioni pensate ad organizzarvi anticipatamente. I sub spesso pensano che tutto quello che devono fare è accordarsi sulla profondità e il tempo d’immersione. Tuttavia, questo è un grosso errore. Il vostro compito, è quello di pianificare attentamente ogni dettaglio dell’immersione con il vostro compagno.
L’organizzazione un’immersione (conosciuta anche come scuba diving ) può essere suddivisa in tre fasi: progettazione avanzata, la preparazione pre-immersione e la pianificazione sul posto.


Secondo questa classificazione, quindi, la progettazione avanzata di immersione comprende le fasi di identificare, studiare e ottimizzare tutte le azioni necessarie per garantire sicurezza nell’immersione.
Ci vuole molta esperienza per individuare tutte le azioni generali e specifiche necessarie per svolgere un particolare tipo di immersione.
Come già sapete, lo stato del mare è un fattore critico da considerare quando si fa immersione (a meno che non ci si immerge in un lago). Si dovrebbe cominciare a seguire il meteo abbastanza in anticipo rispetto al giorno dell’immersione previsto perché le condizioni del mare possono anche influenzare l’obiettivo della tua immersione. Se si desidera scattare fotografie ed il mare è stato agitato nei giorni precedenti l’immersione, è molto probabile che la visibilità sarà scarsa. Prima di lasciare casa, si dovrebbe essere, quasi certi che le condizioni meteo marine non vadano oltre la vostra esperienza. Infine, è necessario effettuare una valutazione finale delle condizioni, una volta arrivati al posto di immersione.
Con questo processo abbiamo individuato un ricorso (controllo delle condizioni meteorologiche) e stabilito quando dovrebbe essere fatto (alcuni giorni prima dell’immersione programmata e di nuovo al momento dell’arrivo al posto di immersione).
Ora dobbiamo studiare quali mezzi abbiamo a nostra disposizione per effettuare questa azione. Questa è facile: è possibile controllare le previsioni meteo in TV, sui giornali, la radio, Internet, radio VHF, ecc, infine, non c’è più niente da fare se non ottimizzare l’azione.


Share