Milano, 1 marzo 2017 – Doria rende ancora più gratificante concedersi una pausa di piacere con la bontà dall’anima morbida e golosa dei suoi Doricrem lanciando un nuovo concorso che, dal 1 marzo al 31 maggio 2017, dà la possibilità di vincere numerosi premi grazie a una doppia modalità di partecipazione.
Doria, infatti, invita a provare l’alta qualità e la dolcezza dell’abbraccio tra due cialde friabili e una farcitura alla vaniglia o al cacao-nocciola di Doricrem con una doppia meccanica promozionale accattivante alla quale si accede acquistando uno oppure due tubi di Doricrem da 150 gr.

Instant win
L’acquisto di un tubo di Doricrem Vaniglia o Cacao-Nocciola contrassegnato dalla grafica del concorso dà diritto a partecipare all’estrazione istantanea che ogni settimana mette in palio un buono spesa del valore di 100 euro redimibile presso il pnto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto. Partecipare è semplice, basta collegarsi all’area dedicata al concorso sul sito Doria, inserire i dati dello scontrino e scoprire subito se si ha vinto.

Premio Certo: doppio biscotto, doppio premio
Scegliendo di acquistare, invece, due tubi di Doricrem si ha direttamente l’accesso a un premio certo di valore: una Lungosvago Card in grado di garantire un anno di sconti 2×1 o 4×2 su oltre 12.000 proposte di viaggio, soggiorno, wellness e esperienze per il tempo libero firmate da tour operator di assoluto prestigio e selezionate dal portale tantosvago. Il consumatore deve semplicemente scattare una foto dello scontrino attestante l’acquisto di 2 confezioni e collegarsi all’area dedicata al concorso nel sito internet Doria.Una volta completata la registrazione e caricata la foto, il consumatore riceve via mail il codice della Lungosvago Card.
Con questa promozione semplice e coinvolgente, Doria si conferma marchio capace di combinare la fedeltà a una tradizione di genuinità, altissima qualità nella selezione degli ingredienti e cura nella preparazione con una peculiare attenzione per l’evoluzione dei gusti e delle esigenze dei consumatori.


Share