Sabato 9 maggio è stata inaugurata con forte risonanza la mostra collettiva d’impronta cosmopolita, organizzata dal manager della cultura e presidente di “Spoleto Arte” Salvo Nugnes, intitolata “Contemporary Art Expo”, con la partecipazione straordinaria del Prof. Vittorio Sgarbi al vernissage. L’esposizione, allestita presso il secolare Museo Gipsoteca Canova di Possagno, resterà in loco fino al 2 giugno 2015 e può essere visitata con ingresso libero al pubblico. Sgarbi, con ineccepibile competenza in materia, ha tenuto una visita guidata presso lo storico museo canoviano, coinvolgendo un nutrito gruppo di partecipanti.

Nel selezionato parterre di artisti in esposizione si inserisce la nota pittrice Agnese Cabano, con la sua arte legata alla rappresentazione dell’universo femminile, rievocato sia con temi positivi e gioiosi, come la nascita, sia con quelli connessi al grave problema della violenza sulle donne.

Osservando le sue creazioni si intuisce da subito il costante riferimento alla grande Frida Kahlo. La Cabano le ha anche dedicato un’opera di particolare intensità e spessore emozionale, denominata “Le lacrime di Frida Kahlo”, per renderle omaggio in modo ancora più tangibile e concreto.

La dottoressa Elena Gollini, nello spiegare le componenti distintive della sua pittura, dichiara: “E’ artefice e portavoce di una pittura di spessore, che nasce dall’incontro di vissuti passati, di spiritualità e di immaginazione che, fondendosi, sfociano in rievocazioni armoniose ricche di elementi strutturali. Il significato delle sue opere è ritracciabile nell’uso dei colori stesi in modo deciso ed energico senza mai eccedere. Proprio dall’adesione della Cabano al sentimento e dai pigmenti utilizzati in modo quasi -vibrato- nasce e si alimenta la vena di poetico lirismo, che la caratterizza”.


Share