I veicoli elettrici hanno fatto ormai il loro ingresso sul mercato automobilistico da qualche anno ed i cambiamenti a cui si sta assistendo per ciò che concerne la loro efficienza, la possibilità di ricarica rapida, un design più elegante e curato, sono davvero notevoli.

Se si pensa che fino a poco tempo fa per ricaricare un’auto o una moto elettrica era necessario collegarla alla presa di corrente presente in garage ed attendere il giorno seguente per riutilizzarla, oggi, grazie allo sviluppo di tecnologie sempre più precise ed all’avanguardia, anche il settore della mobilità sostenibile ha raggiunto risultati di un livello davvero alto.

Si sta assistendo infatti, alla progettazione di veicoli alimentati da motori elettrici, con prestazioni ed efficienza sempre maggiori, con consumi ottimizzati, motori di dimensioni più ridotte, centraline più complesse e la creazione di modelli ibridi.

I nuovi motori elettrici, a differenza di quelli termici, che pur hanno raggiunto performance straordinarie, non necessitano di grande manutenzione, poiché non sono dotati di dispositivi meccanici che devono essere sostituiti, perché soggetti ad usura od a rottura.

Di contro, però, questi necessitano della sostituzione periodica delle batterie, che ancora rappresentano un problema nel settore dei veicoli elettrici, compresi quelli commerciali, come cargo box o macchine agricole, anche se si sta lavorando tanto per superarlo.

Anche dal punto di vista dell’autonomia, ancora ci sono da apportare dei miglioramenti, visto che un veicolo elettrico non riesce a percorrere più di 150 chilometri e non si addice, quindi, a lunghi tragitti, mentre risulta ottimale per gli spostamenti in città.

Non emettendo alcuna  sostanza nociva, essi vengono addirittura preferiti nei centri urbani, dove l’allarme inquinamento ha raggiunto livelli quasi insostenibili, anche perché possono liberamente circolare nelle zone a traffico limitato.

Al fine di migliorare l’autonomia delle batterie, si stanno effettuando studi per utilizzare la grafite quale elemento di costruzione delle stesse, una sostanza che si basa sul carbonio, aggiungendola al litio, per accrescerne le funzionalità.

Ciò porterà a tempi di ricarica sicuramente più rapidi e consentirà i possessori di veicoli elettrici, di disporre di batterie con una capacità superiore, migliorandone l’autonomia e limitando la differenza con i mezzi a combustione interna.

Dal punto di vista economico, il vantaggio è già indiscutibile, rispetto ai veicoli tradizionali, basti pensare che una ricarica completa di un mezzo elettrico costa dai 2 ai 3 euro, nulla a che vedere con ciò che si spende per riempire il serbatoio di benzina o diesel.

L’importanza di immettere sul mercato veicoli elettrici, compresa dalle aziende produttrici, ben consapevoli delle migliori caratteristiche che essi presentano rispetto a quelli tradizionali, ha fatto si che negli ultimi anni venissero progettati i più svariati modelli, non soltanto di auto, ma anche di biciclette scooter, macchine, quadricicli e così via.

Essendo, inoltre, il settore della mobilità elettrica molto ampio, esse stanno man mano investendo anche in una serie di servizi legati a questi veicoli del futuro, installando un numero sempre maggiore di colonnine di ricarica, al fine di sviluppare infrastrutture di ricarica rapida, creando nuove smart grids che effettuino ricariche intelligenti, utilizzando le fonti rinnovabili, ancora più vantaggiose, fabbricando batterie più economiche e soprattutto più efficienti.

Oggi sono davvero tante le aziende che hanno rivolto il loro interessi a tali fattori, sicure di produrre in un futuro prossimo, veicoli elettrici sempre più performanti sotto tutti i punti di vista, contribuendo, in tal modo, anche ad un maggiore sviluppo economico, che coinvolgerà soprattutto questo settore.

Se anche lo Stato continuerà a sostenere l’acquisto di mezzi alimentati esclusivamente da energia elettrica, attraverso gli incentivi, come finora ha fatto, il loro successo diventerà una garanzia e costituirà un validissimo aiuto per la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini.

 

 

 


Share