Il Ministero dell’Interno ha emanato la circolare n°1284 relativa al programma dei corsi base della prevenzione incendi.

Il DM del 5 agosto 2011 che regolamenta le procedure ed i requisiti per l’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero stesso,, vedrà scadere il suo primo quinquennio di validità quest’anno, ed essendo cambiato il panorama della normativa in materia di prevenzione incendi, il Ministero di concerto con gli ordini/collegi professionali regionali ha avvertito l’esigenza di apportare delle modifiche al  DM sopra citato.

La prima modifica apportata è stata l’abolizione del numero massimo di partecipanti ai corsi base e a quelli di aggiornamento, oggi fissato a 60 unità, fermo restando la necessità di mantenere intatta l’efficienza dell’attività formativa erogata e la scambievolezza tra il docente e gli allievi.

In rientra tra i compiti del soggetto organizzatore individuare il corpo docente relativo all’evento mentre, in capo al Corpo Nazionale Vigili del Fuoco (C.N.VV.F.), resta la possibilità di proporre ai soggetti organizzatori i nominativi di dirigenti e funzionari dei ruoli tecnico-operativi del C.N.VV.F a cui, eventualmente, affidare l’incarico delle singole docenze.

In merito al  il programma del corso base di specializzazione in prevenzioni incendi è stato scelto di enfatizzare l’aspetto pratico.

Il corso infatti, ha come scopo quello di fornire ai professionisti le principali indicazioni metodologiche per identificare i requisiti di sicurezza antincendio peculiari ad ogni settore.

13 sono i moduli in cui è suddiviso il corso ed ha una durata minima di 120 ore, l’Allegato I della circolare del Ministero identifica il numero minimo di lezioni e i relativi argomenti da sviluppare.

Corso Antincendio su Impresa8108


Share