Grande affluenza di pubblico per l’inaugurazione di venerdì 8 maggio 2015 della mostra veneziana “Pro Biennale”, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes presso l’incantevole sede veneziana della “Milano Art Gallery”. La serata ha visto come special guest il rinomato critico d’arte Vittorio Sgarbi, che ha festeggiato insieme agli ospiti il suo compleanno, proprio quel giorno.

Alla prestigiosa mostra sono esposte le opere di un selezionato gruppo di artisti, italiani e internazionali, tra cui anche quelle di Carmelo Compare.
Scrive in riferimento al suo modo di dipingere la Dott.ssa Elena Gollini: «Si viene da subito catturati e conquistati dalla curiosità di penetrare oltre l’intenzionalità operativa estetica, che si traduce nell’armonia delle forme e nell’equilibrata stesura e dosatura delle cromie, per individuare la componente emotiva legata alla memoria del ricordo e del vissuto, all’insegna di un linguaggio di immediata efficacia e pregnanza comunicativa, che si rivolge ai fruitori per esortarli e spronarli a riflettere sulla condizione umana e sociale e sulla perdita dei valori primari. Il quadro assume la connotazione originale e sui generis di “inedito artistico” e restituisce sensazioni ed emozioni di un percorso esistenziale, inteso come libera esternazione e manifestazione di stati d’animo e sincera rappresentazione di sentimenti. È possibile comprendere appieno la pittura di Compare lasciandosi trasportare dall’emozione spontanea e seguendo il fluire dinamico delle figurazioni e dell’impianto scenico, che producono effetti di accattivante composizione cromatica, assimilabili agli spazi emotivi e percettivi del suo sentire interiore nella fase elaborativa».


Share