Alla prestigiosa galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, si è svolto con grande risonanza il vernissage inaugurale della mostra pittorica “L’essenza del colore” di Luciano Berruti, con la presenza eccezionale del curatore Vittorio Sgarbi, che ha speso commenti di positivo apprezzamento per le opere esposte e ha elogiato il talento creativo del maestro astigiano. L’evento espositivo, rimarrà allestito nel rinomato contesto fino al 2 marzo 2015 ed è organizzato dal manager produttore Salvo Nugnes, presidente dell’associazione “Spoleto Arte”.

 

Su di lui Sgarbi ha evidenziato “Lirico, emotivo e neosimbolista appare Luciano Berruti, pittore di trasfigurazione della realtà in sogno. Non visionario, ma emozionato davanti al reale, raffigura in un sogno ad occhi aperti”.

 

Sullo stile espressivo di Berruti Paolo Levi ha commentato “È un maestro sapiente dell’immaginifico, un protagonista del colore, che diviene essenziale nei giochi tonali, in un dialogo contrappuntistico dove nulla è lasciato al caso, come in uno spartito musicale portatore di visibili armonie. Con questi suoi componimenti, che tendono all’illusorio, tramite miti trasparenze, che sgorgano con naturalezza dalla sua interiorità, egli si interroga ogni volta sul senso del suo quadro, sul silenzio antico del colore, che è corpo e anima di eventi visivi lasciati in sospeso e indefiniti nella loro ombra di mistero. L’intuizione visiva in questo sapiente pittore dall’anima antica, più che rivelare il visibile, lo fa trasparire tra le maglie di una leggerezza cromatica quasi al limite della trasparenza, evitando qualsiasi contaminazione con la tradizione figurativa, che tende alla plasticità”.


Share