Grande attesa per la mostra collettiva “Impressioni d’artista”, allestita nel pregiato spazio espositivo della “Milano Art Gallery” dal 7 al 20 Marzo 2015, con la direzione organizzativa del manager produttore Salvo Nugnes, presidente dell’associazione “Spoleto Arte“. In data Sabato 7 Marzo alle ore 18.00, si svolgerà l’inaugurazione della mostra e nella quale è prevista la partecipazione eccezionale della nota attrice e scrittrice Dalila Di Lazzaro, che terrà un’interessante conferenza.

L’artista John Harper Sanders nasce nel 1935 a Boston, nel New England. Compie i suoi primi studi a Boston dopodiché si trasferisce a New York per importanti incarichi del padre architetto. A New York, Sanders conosce i maggiori esponenti dell’arte contemporanea tra cui Andy Warhol, Jackson Pollock, Joseph Beuys. Vive oggi tra i crinali dell’Appennino umbro. L’essenza della sua arte e del suo messaggio è che ci sia l’opera e lo spirito prima dell’artista come nell’arte antica. Egli ha compreso che la nostra epoca e l’uomo post-moderno hanno bisogno di simboli e di credere che lo spirito e la sua energia radiante esista e si manifesti concretamente. Ottantenne, ha ancora uno spirito da esploratore indomito nell’arte e nelle geografie dell’anima.

L’arte è atto magico, un atto che trova il suo senso e presupposto nell’idea dell’intima connessione di tutte le cose. E’ la forma più alta di contemplazione e di preghiera, intesa come relazione con lo spirito che permea il cosmo ed è così che io la vivo” afferma Sanders commentando un’opera in cui ripete uno dei più antichi gesti compiuti dall’umanità, quello di ritrarre la propria mano su di una superficie e continua “In quest’opera, che ho appena iniziato, ho voluto ripercorrere un gesto ancestrale dei nostri antenati per i quali l’arte aveva finalità magiche e che i bambini ripetono spontaneamente. La ripetizione di questo gesto ha per me il significato spirituale dell’unità del genere umano”.


Share