Le storiche mura della galleria milanese “Milano Art Gallery” situata in via Alessi 11 in posizione centralissima accoglieranno la mostra collettiva “International Art Expo” che raduna nomi importanti dell’arte contemporanea, organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes, in esposizione dal 24 gennaio al 13 febbraio 2015. All’esclusivo evento inaugurale fissato per sabato 24 gennaio alle ore 18.00 prenderà parte, in qualità di ospite d’onore, il rinomato vignettista Giorgio Forattini. Tra gli artisti selezionati parteciperà anche Marta Cattani con la sua arte graffiante e contemporanea.

Arriva da Roma, Marta Cattani, appassionata all’arte e alla vita, offre una visione che attraversa la cultura del Rock e della Street Art raccontando i legami tra parola, musica e gesto pittorico in un’unica dimensione: il dipinto. Madre, moglie e artista dichiara: “Le idee migliori arrivano quando meno te l’aspetti, a me capita spesso mentre passo l’aspirapolvere o quando stiro, sono concentrata su quello che faccio con la mente libera da altri pensieri e ad un certo punto si accende la lampadina. L’ispirazione è il sangue degli artisti”.

Su di lei Silvana Nota racconta “Marta Cattani risulta infatti originale ed efficace, in quanto prende vita da un’elaborazione personale tradotta con una capacità d’osmosi che rende i suoi quadri subito riconoscibili e di rilevante interesse. In essi si riflettono la sensibilità di studiare e mettere a frutto le lezioni dei maestri, da Pollock ai calligrafi metropolitani, dalla grafica di Pontecorvo alle nuove figurazioni, mentre dall’altra dimostra di saper volare con ali proprie. I lavori si presentano con la seduzione dell’antitesi e di una struttura pittorico narrativa che scava nel microcosmo interiore nel quale vi trova però il mondo. […] Pervase di luce e colore, le tavolozze mixano l’olio all’acrilico, il glitter ai pennelli per grafica agli smalti, dando vita a quadri dove il linguaggio figurativo e l’inserimento di brani scritti uniscono i diversi aspetti dello stesso racconto tra le cui righe si legge il mondo della donna e dell’artista”.


Share