Tra gli artisti contemporanei di spicco presenti in esposizione alla mostra di “Miami meets Milano” svoltasi dall’1 al 6 dicembre, presso il rinomato Hotel Victor a Miami, ha ricevuto grandi consensi lo scultore Luigi Galligani. L’iniziativa, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, ha riscosso postivi commenti a favore da parte di personalità istituzionali e nomi importanti, tra cui il console Barattolo, il presidente Maroni, i due sindaci delle città, il critico Vittorio Sgarbi, nonché dal trio canoro il Volo, che annovera tanti fans anche negli states.

L’arte scultorea di Galligani, si ispira alla secolare tradizione storica, leggendaria e mitologica, con una rivisitazione del tutto originale e personalizzata da parte dell’autore, che riporta il culto del classicismo ai giorni nostri, in chiave moderna e attuale e lo rende molto suggestivo. Nelle creazioni, Galligani inserisce dei particolari messaggi e significati, con valenza subliminale, che lo spettatore deve saper cogliere e interpretare, facendo riferimento anche all’elemento onirico e fantastico. Le composizioni, vengono avvolte da una cornice poetica e di raffinata eleganza.

Galligani, è già ben conosciuto e apprezzato in America e vanta degli estimatori, che hanno acquistato le opere, inserendole nelle loro pregiate collezioni. Miami, si è riconfermata una tappa positiva e una bella opportunità, per consolidare ulteriormente il suo vivace percorso creativo oltreoceano.


Share