Milano, 20 luglio 2016 – Si sono spenti i riflettori su mcTER Forest, l’evento verticale di riferimento sul tema degli impianti solidi a biomassa da utilizzare in ambito anche cogenerativo e per teleriscaldamento, organizzato da EIOM con la collaborazione di CTI (Comitato Termotecnico Italiano) e svoltosi lo scorso 30 giugno a Milano.

La sesta edizione della manifestazione ha registrato il tutto esaurito: oltre 1.300 sono infatti risultati gli operatori specializzati affluiti per l’occasione nel capoluogo lombardo, confermando così mcTER Forest come appuntamento irrinunciabile per gli impianti a biomassa. mcTER è un evento composito, che si svolge avendo come trait d’union la cogenerazione: per questo, in concomitanza con il Forest, si sono svolti anche gli altri appuntamenti mcTER dedicati alla cogenerazione da metano e al mondo del biogas e del biometano, così da offrire agli operatori interessati un “pieno” di contenuti, aggiornamenti e formazione specifica.

Il tutto unito a una ricchissima parte espositiva, che vedeva presenti anche quest’anno oltre 100 aziende impegnate nella filiera delle biomasse, e con il coinvolgimento diretto di tutte le principali associazioni di settore – come CTI, ATI, AIEL, FIPER, ITABIA ecc. Non poteva allora esserci occasione migliore di mcTER Forest per fare il punto sullo stato dell’arte del settore, conoscere le ultime novità sulle tecnologie e soluzioni applicative a oggi disponibili e avere un quadro chiaro e completo circa gli aggiornamenti normativi e le analisi di comparto.

Particolarmente nutrito il programma dell’edizione 2016, a partire dal seguito convegno mattutino: “La centrale termica a biomassa: normativa, prospettive, attori, tecnologie”, organizzato in collaborazione con il CTI (Comitato Termotecnico Italiano). Ad aprire i lavori, dopo i saluti di rito, Antonio Panvini (Direttore Generale CTI), protagonista anche di un interessante intervento dedicato alla normativa tecnica di settore, con l’obiettivo di offrire ai visitatori un quadro preciso e completo sullo stato dell’arte delle norme vigenti nell’ambito degli impianti a biomassa.

Molto seguito anche il discorso di Marilena Massarini (Fiper), che ha analizzato con lucidità e chiarezza una criticità che riguarda l’intero settore delle biomasse, ossia il problema dell’approvvigionamento. Una questione delicata e complessa, legata direttamente a un’altra: lo sviluppo del mercato delle caldaie a biomassa, universo che offre un considerevole potenziale ma che ancora oggi stenta a essere veramente competitivo. Proprio il tema delle barriere e delle opportunità legate al mercato delle caldaie a biomassa è stato al centro dell’intervento di Laura Baù (AIEL), che ha presentato le ultime novità del settore ed esaminato con attenzione gli ostacoli che questo mercato deve necessariamente superare per potersi affermare al meglio.

Domenico Prisinzano (Enea) si è invece concentrato sugli attori che animano il palcoscenico del settore delle biomasse, puntando i riflettori sul tema della responsabilità intesa non solo come un’adeguata preparazione tecnica degli operatori coinvolti, ma anche come la necessità di garantire un attento controllo e un’ottima manutenzione di tutti gli impianti a biomassa, sia quelli già esistenti sia quelli che, come si auspica, potranno sorgere nel prossimo futuro. Il mondo dell’energia, del resto, è in continua evoluzione e questioni come la sicurezza, la manutenzione industriale, il controllo dei processi produttivi sono argomenti trasversali per tutti i settori dell’industria italiana. Il tema dell’etichettatura energetica e dell’integrazione tra sistemi è stato dunque al centro dell’intervento di Davide Castagna (Ceced Italia), che ha espresso la necessità di favorire un dialogo all’interno del mondo dell’energia per favorire la creazione di sinergie e nuove opportunità di sviluppo.

La sessione congressuale mattutina si è quindi conclusa con gli interventi di Francesco Campana (Turboden), che ha parlato delle prospettive future per la cogenerazione alimentata a biomassa solida, e Alessandro Dorigati (Progeco), che ha analizzato l’efficacia dell’utilizzo di microturbine a vapore e ORC per l’efficienza energetica nei processi termici industriali e per la cogenerazione a biomasse. Grande interesse hanno suscitato anche gli altri convegni mattutini dedicati al mondo della cogenerazione e dell’energia. La sessione plenaria “L’efficacia della Cogenerazione”, organizzata in collaborazione con ATI (Associazione Termotecnica Italiana) è risultata molto seguita, grazie al ricco programma e agli interessanti interventi di importanti player del settore quali E.ON, Ener G, AB Energy, Tonissi Power, 2G Italia, IML Impianti, Bosch, che hanno esposto le soluzioni più innovative a oggi disponibili nel campo della cogenerazione, approfondito gli aspetti normativi e gli incentivi in materia di efficienza energetica e presentato molte case history di successo.

Affluenza importante anche per il convegno “Biogas e Biometano – Le nuove opportunità per il mercato”, organizzato dal CIB (Consorzio Italiano Biogas) e riguardante il tema del biogas e del biometano, settori che offrono notevoli opportunità di business, in particolare per l’industria agroalimentare e zootecnica (senza dimenticare le possibilità offerte dalla gassificazione delle biomasse). Da ricordare, per concludere, anche gli altri appuntamenti organizzati in parallelo, come il seminario a cura di Liquigas dedicato al GNL, o gli approfondimenti su pompe di calore e contabilizzazione di calore, un tema questo molto interessante anche in relazione alle specifiche del teleriscaldamento. La giornata ha visto inoltre svolgersi oltre 20 workshop di approfondimento tecnico a cura delle aziende partecipanti, un’occasione di grande importanza per approfondire le tematiche emerse durante le sessioni plenarie. 

Dopo il successo dell’edizione meneghina, mcTER tornerà il prossimo ottobre a Veronafiere: un appuntamento imperdibile per tutti gli operatori impegnati nel settore delle biomasse e della cogenerazione, che si svolgerà in concomitanza con altri eventi verticali quali Home and Building (Mostra Convegno Domotica, Smart Home e Building Automation), SAVE (Automazione, Strumentazione, Sensoristica), MCM (Manutenzione Industriale) e VPC (Valvole Pompe Componentistica), per favorire ancora di più l’incontro tra i vari settori e la creazione di sinergie e opportunità di business.

mcTER Forest è un evento progettato da EIOM

Per info: www.mcter.com/forest – Tel. 02 55181842 – eiom@eiomfiere.it


Share