Milano, 13 dicembre 2016 – L’ottava edizione di mcT Petrolchimico, l’evento verticale di riferimento per il settore del Petrolchimico e dell’industria di Processo, svoltosi lo scorso 24 novembre a Milano, è risultato anche nel 2016 un grande successo: con 120 espositori e oltre 1.100 operatori qualificati in visita da tutta Italia, mcT Petrolchimico si è confermato un’occasione unica di aggiornamento, crescita professionale e business per tutti gli operatori interessati – l’appuntamento fisso nell’agenda dei professionisti del settore.

La giornata verticale di Milano è stata organizzata da EIOM in collaborazione con AIS/ISA Italy section (Associazione Italiana Strumentisti) e ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione), con il supporto di AIAS (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza) e della “Guida Petrolchimico”.

Come sempre è risultato molto gradito l’esclusivo format dell’evento, capace di unire una ricca parte formativa (ricordiamo le tre sessioni plenarie, a spaziare tra le Tecnologie per il petrolchimico, la Safety nell’industria, la Cyber Security; e i numerosi workshop di approfondimento pomeridiano) a un’ampia area espositiva, con la presenza delle aziende leader del settore, tra cui ricordiamo i Platinum Sponsor ABB, Danfoss, Rittal, SKF e Sick.

Molto affollate le aule dei convegni mattutini, in primis per il seguito incontro dedicato a Innovazione e Sostenibilità energetica negli impianti del Petrochimico”, organizzato in collaborazione con AIS/ISA. Tanti i temi sotto i riflettori, a cominciare dall’utilizzo di energie rinnovabili all’interno degli impianti di produzione di olio, gas e petrolchimici, oggetto dell’intervento di Alessandro Lepore e Salvatore De Rinaldis (Saipem). L’intervento di Fabio Camerin (ANIE Automazione) si è concentrato sul ruolo della tecnologia wireless per il monitoraggio degli impianti di Oil&Gas ed Energia; mentre non sono poi mancati, tra i diversi argomenti trattati, temi molto importanti quali l’introduzione di tecnologie e soluzioni applicative di ultima generazione per migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità degli impianti industriali. In particolare, Gianluca Valenti (Politecnico Milano) e Salvatore De Rinaldis (Saipem) sono intervenuti sulle innovazioni nel settore della rigassificazione, in chiave di miglioramento dell’efficienza energetica degli impianti.

Il monitoraggio e il controllo degli impianti è fondamentale ai fini del miglioramento della loro efficienza e sostenibilità, anche ambientale: il tema è stato al centro dell’intervento di Luca Basaglia (Sick), che si è focalizzato proprio sulle più innovative tecnologie di misura per ottimizzare l’emissione di CO2, e dell’intervento di Marco Cani (Danfoss), dedicato alla questione dei controlli evoluti e del risparmio energetico nel settore del petrolchimico. Di grande interesse il caso Page Europa (presentato da Rittal) in cui l’azienda, protagonista del comparto Oil&Gas nella realizzazione di sistemi di sicurezza e networking, ha approfondito le proprie esperienze. Ancora, ABB ha portato all’attenzione della sala le sue esperienze di controllo di processo in raffineria, al fine di migliorare sicurezza e profittabilità.

L’edizione 2016 di mcT Petrolchimico si è svolta in concomitanza con l’altro evento verticale mcT Industrial Safety & Security, iniziativa dedicata a soluzioni e tecnologie per la sicurezza attiva e passiva nei contesti industriali a elevata criticità: una tematica sinergica e di grande interesse per gli operatori, anche alla luce dei seminari dedicati in programma – a cominciare dal tema della Cyber Security, protagonista del convegno “Quale futuro per la Cyber Security?”, organizzato in collaborazione con ANIPLA. Il convegno aveva l’obiettivo di offrire una panoramica completa delle diverse declinazioni della cyber security nell’industria di oggi: diversi interventi si sono concentrati sulle strategie di difesa della sicurezza degli impianti industriali nell’era dell’Industria 4.0, mentre non sono mancati anche approfondimenti sulle disposizioni normative attualmente in vigore in tema di Cyber Security, o sull’evoluzione delle metodologie di sicurezza, che negli ultimi anni ha contribuito a importanti modifiche in materia di sicurezza industriale. A completare il quadro, numerose le case history di successo presentate, con gli interventi di importanti aziende e associazioni del settore. La partecipazione ai convegni ha permesso l’acquisizione di crediti formativi in base al Regolamento per la Formazione Continua degli Ingegneri e dei Periti.

E sempre in materia di sicurezza, un vivo interesse ha suscitato anche il convegno “Soluzioni per la Safety nei siti industriali ad alta criticità”, organizzato in collaborazione con AIAS e che si è soffermato anche sui modelli e le misure di sicurezza degli impianti in caso di eventi sismici. Molto seguiti gli interventi sulle novità della Direttiva ATEX 2014/34/UE e le verifiche per il mantenimento nel tempo delle caratteristiche di sicurezza degli impianti elettrici; si è parlato anche di Risk Assessment Models per la sicurezza negli impianti industriali, spaziando fino ai report su casi di gravi incidenti in impianti petrolchimici.

Il pomeriggio ha visto invece protagonisti i workshop e i seminari tecnici, con i 23 approfondimenti dal taglio tecnico-applicativo in programma a cura delle aziende partecipanti. Insomma, ancora una volta la giornata è risultata momento imprescindibile per gli operatori del mercato del Petrolchimico e Oil&Gas.

Dopo questa eccellente ottava edizione, mcT Petrolchimico dà appuntamento nel novembre 2017 sempre a Milano, con una nuova edizione basata sulla formula verticale fondata su aggiornamento e crescita professionale, un programma ancora più ricco e tante novità a esclusivo beneficio di operatori e aziende.


Share