È di Leonardo il primo elicottero italiano a pilotaggio remoto: l’AD Mauro Moretti sottolinea l’importanza di tale operazione, che rientra in uno dei settori destinati nei prossimi anni a un notevole sviluppo.

Mauro Moretti, Amministratore Delegato di Leonardo

Leonardo testa il primo elicottero a pilotaggio remoto: le parole dell’AD Mauro Moretti

È partito dall’aeroporto di Grottaglie il volo dell’elicottero SW-4 "Solo", il primo senza pilota. Frutto del lavoro congiunto di Leonardo, Aeroporti di Puglia (AdP) e del Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA), potrebbe rivelarsi la risposta italiana alle richieste dell’industria nazionale ed europea di sperimentare velivoli ‘unmanned’, cioè a pilotaggio remoto, come ha sottolineato in merito l’AD Mauro Moretti: "L’SW-4 ‘Solo’ è una delle prove dell’impegno industriale e di innovazione di Leonardo in un settore, quello dei velivoli a pilotaggio remoto, destinato a essere uno dei teatri di maggiore competizione a livello globale e fa parte di un portafoglio di soluzioni che rendono Leonardo l’unica azienda europea in grado di fornire un sistema ‘unmanned’ completo". Tra gli obiettivi del test, oltre alla verifica delle caratteristiche di condotta del modello, rientra anche la validazione delle procedure di volo, in condizioni normali e di emergenza. Mauro Moretti ha concluso: "Di fronte all’avanzamento della tecnologia, ne escono vincenti quei territori che sanno reinventarsi alle esigenze del mercato. E Grottaglie ne è un esempio".

Mauro Moretti: il percorso professionale dell’AD di Leonardo

Laureatosi con lode in Ingegneria Elettrotecnica all’Università di Bologna nel 1978, Mauro Moretti entra nello stesso anno in Azienda Autonoma Ferrovie dello Stato vincendo il concorso pubblico per ruoli direttivi. Qui cresce professionalmente, arrivando nel 1993 a ottenere la nomina di Responsabile della Divisione Sviluppo Tecnologico. L’anno successivo diventa Amministratore Delegato di Metropolis S.p.a., immobiliare di FS, e nel 1996 Direttore dell’Area Strategica di Affari "Materiale Rotabile e Trazione". Il manager ricopre poi la posizione di Direttore dell’Area Strategica di Affari "Rete". Dal 2001 guida RFI – Rete Ferroviaria Italiana S.p.a. in qualità di Amministratore Delegato, incarico che lo porterà cinque anni dopo a diventare AD di Ferrovie dello Stato. Dal 2007 al 2010 ricopre inoltre la carica di Presidente di Italferr S.p.a. e, dal 2008 a maggio 2014, quella di Presidente di Grandi Stazioni S.p.a. Il 15 maggio 2014 il Cda di Finmeccanica lo nomina AD del gruppo: Mauro Moretti definisce un piano di risanamento e riorganizzazione dell’azienda e ne avvia il rebranding.


Share