Andrea Mascetti, intervistato da Domus Europa, esprime le sue idee su UE e Italia: “Non è sempre colpa di Bruxelles, ma di scellerate leggi nostrane su immigrazione e tasse”.

Andrea Mascetti, titolare dello Studio Legale Mascetti

Domus Europa: intervista all’avvocato Andrea Mascetti

“L’Europa avrà un futuro solo se ascolterà le istanze dei singoli popoli”. Andrea Mascetti, avvocato di Varese e facente parte del consiglio federale della Lega Nord, ma anche animatore culturale, esprime le sue vedute su politiche di UE e Italia in un’intervista rilasciata a Domus Europa, portale indipendente di news diretto da Adolfo Morganti. Mascetti nella sua analisi tocca temi quali l’accoglienza di immigrati e profughi e dice la sua anche sull’attuale leader leghista Matteo Salvini.
“Ogni Paese ha il sacrosanto diritto di decidere per sé, come ha fatto l’Ungheria. Persino il Dalai Lama ha dichiarato che dopo un generoso periodo di accoglienza, si debba tornare a casa”. L’avvocato critica il Cancelliere tedesco Angela Merkel, rea di aver aperto le frontiere per ospitare un gran numero di profughi, ritrovandosi ad affrontare poi un caso come quello di Colonia.
“In Italia vi sono troppe speculazioni economiche e un buonismo diffuso in un dibattito fin troppo carico di pathos che fanno sì che non si affronti il problema con ragionevolezza e lucidità”, sottolinea Mascetti, che non vede nemmeno di buon occhio le alleanze della Lega Nord con gli altri movimenti nazionalisti ed euroscettici come il Front National francese. Anzi, puntualizza che sono essi stessi “figli del giacobinismo” e che, nascondendosi dietro un’idea centralista, potrebbero fagocitare la voglia di indipendenza di Stati come la Scozia, la Catalogna, fino ad arrivare alla Padania. L’UE non è però sempre da stigmatizzare: “Spesso non è colpa di Bruxelles, ma dei singoli Stati che promulgano leggi assurde riguardanti tasse e immigrazione”.

Andrea Mascetti su Matteo Salvini: “Funziona perché parla con schiettezza alla gente”

Cosa ne pensa invece Andrea Mascetti dell’attuale leader del Carroccio Matteo Salvini? “I suoi crescenti consensi sono frutto di una semplice strategia: chiarezza e utilizzo del buonsenso su questioni che interessano molto la maggior parte della popolazione votante”. Ma sul fatto che la Lega Nord possa essere esportata in altre parti d’Italia nelle varie liste Noi Con Salvini, l’avvocato rimane scettico: “Non la considero un’ipotesi realistica, visto che la Lega è nata nei focolari padani e alpini. Penso che, come ci insegna la storia, l’Italia continui a essere un Paese troppo eterogeneo e finché andrà a due velocità diverse, dubito che la macchina statale possa funzionare in modo appropriato”, afferma Mascetti. “Quel che è peggio è che non vedo un’inversione di marcia, almeno per ora.”

Visitando il blog di Andrea Mascetti è possibile rimanere aggiornati su tutte le news riguardanti le attività e gli interventi pubblici dell’avvocato.


Share