Tanti anni fa, i manifesti di lutto rappresentavano l’unico mezzo per comunicare un decesso di una persona più o meno importante. Oggi, dopo alcuni anni di poco utilizzo, i manifesti di lutto sono tornati di nuovo molto comuni; si possono trovare su appositi spazi sparsi nei quartieri delle grandi città o nei paesi.

Cosa scrivere e come realizzarli

I manifesti di lutto rappresentano l’annuncio della scomparsa di una persona su un cartoncino e posto in appositi spazi della città. Su questi annunci viene scritto un testo che afferma il decesso di una persona, ovviamente scrivere un testo nel miglior dei modi talvolta può rappresentare davvero un impresa difficile; una delle regole da seguire è quella della semplicità e della personalizzazione. Oggi infatti, sui manifesti o sui necrologi dei giornali vengono apposte forme e strutture di frasi già redatte da agenzie funebri che le prepara e le propone alle famiglie del defunto.

In un manifesto funebre andranno inerite alcune essenziali informazioni, tra cui il nome e il cognome del defunto assieme alla data in cui è deceduto; è possibile inserire qualsiasi tipo di informazione riguardo il rito funebre, dove e quando verrà effettuato accompagnato da una foto del defunto o da un immagine sacra e una o più frasi dedica a colori o in bianco e nero. Spesso le dimensioni dei manifesti di lutto sono in formato A2 e quindi 42 centimentri per 60, oppure un pò più piccoli, in formato A3, 30 cm per 42 cm.

Oggi molte imprese funebri a Roma si occupano della stampa e della diffusione dei manifesti di lutto, nelle zone dove la persona scomparsa ci passava gran parte della sua giornata, come per esempio la zona in cui abitava, dove lavorava ecc. Risulta infatti la soluzione migliore, quella di contattare la stessa agenzia funebre che ha svolto o svolgerà l’intero servizio funebre, dalla vestizione al trasporto della salma verso il cimitero.

Altri tipi di annunci

Oltre ai manifesti di lutto, che si possono “spargere” in città o nel paese del defunto, esistono ovviamente altri tipologie per annunciare il decesso di una persona, ricordiamo gli annunci sui giornali, che possono partire direttamente dalla famiglia ma anche da amici o conoscenti che vogliono testimoniare in questo modo la partecipazione al dolore della persona scomparsa.

Ovviamente, in un età tecnologica come questa in cui viviamo non possono mancare il telefono o il cellulare, che permettono di metterci in contatto diretto con le persone interessate al tipo di notizia delicata. In questo caso però, conviene affidarsi ad amici e parenti più stretti i quali, grazie al passaparola, spargeranno la voce altrove.


Share