La mandorla, seme oleaginoso dell’albero Prunus dulcis, è uno degli alimenti più nutrienti e gustosi che si possano trovare in natura.

Il suo nome viene dal latino “Amygdalus” che si riconduce al nome della dea greca Cibale: la grande madre.

Questo seme può essere di 2 varietà: amara e dolce. La prima è consigliabile consumarla in quantità minime in quanto contiene amigdalina, ed è utilizzata soprattutto nella produzione di liquori e degli amaretti, dove questa sostanza viene resa innocua tramite cottura. La seconda, al contrario, è un ottimo ingrediente che rende i cibi deliziosi. Le mandorle sono frutti primaverili, ma si trovano in commercio tutto l’anno, grazie al loro guscio legnoso che permette una lunga conservazione del seme.

Sono spesso utilizzate in cucina come ingrediente principale di prodotti alimentari, quali latte di mandorla – ideale per chi non vuole assumere grassi animali -, farina di mandorle, pasta di mandorle, marzapane, dolci (torroni, torte e confetti) ma anche ricette salate, e nel settore di prodotti cosmetici biologici, come creme e olio di mandorle.

Scopriamo insieme quali sono le proprietà benefiche di questo seme straordinario.

Innanzitutto è importante ricordare che anche la mandorla, come gli altri “superalimenti”, è un alimento ricco di vitamine, minerali, aminoacidi e di antiossidanti, perciò un perfetto prodotto per prevenire e combattere l’invecchiamento della pelle. Per godere a pieno dei benefici di questo seme è meglio che la mandorla non venga privata della sua pellicola, parte in cui si trovano in misura maggiore le sue caratteristiche benefiche. Sono inoltre una fonte di energia molto importante per il nostro organismo: 100 grammi di mandorle hanno circa 600 Kcal, e sono ottime durante gravidanze, convalescenze e attività sportiva. Hanno un alto tasso di proteine, contengono acidi grassi Omega 3 e Omega 6, accompagnate da acqua aiutano il processo digestivo, proteggono da attacchi cardiaci poiché contribuiscono a diminuire lo sviluppo della placca aterosclerotica nelle arterie, abbassano il livello di colesterolo cattivo nel sangue, riducono il rischio di Alzheimer, sono utili all’apparato cardio-circolatorio per tenere sotto controllo la pressione sanguigna, riducono i picchi glicemici in chi soffre di diabete, ed essendo senza glutine sono ideali per i celiaci. Buone anche per chi soffre di anemia e osteoporosi perché contengono ferro e calcio.

Come tutti gli altri cibi, vanno consumate moderatamente (circa 10 al giorno), in modo equilibrato, evitando qualsiasi eccesso, considerando anche il loro apporto calorico. A questo punto non rimane che aggiungerle alla nostra dieta alimentare per trarne enormi benefici!


Share