Ogni operatore che sia implicato nella manipolazione degli alimenti deve obbligatoriamente predisporre un sistema di autocontrollo alimentare.

 

Il metodo migliore per organizzare l’autocontrollo in modo razionale è costituito dall’HACCP (Hazard analysis and critical control points) che consente, mediante l’identificazione dei punti critici di controllo, nei quali si possono verificare vari fattori di rischio per la sicurezza alimentare, la definizione di procedure standardizzate che permettono la riduzione del rischio di contaminazione alimentare ad un livello accettabile.

 

Pertanto, è obbligatoria l’adozione di un Manuale HACCP compilato in base ai 7 principi fondamentali (individuazione dei pericoli ed analisi del rischio, individuazione dei punti critici di controllo,  definizione dei limiti critici, definizione delle attività di monitoraggio, definizione delle attività correttive, definizione delle attività di verifica, gestione della documentazione) individuati dal regolamento CE n. 852/2004 e necessario per registrare le procedure previste durante tutte le fasi della manipolazione dell’alimento.

 

Il Manuale HACCP inoltre, contiene la descrizione dell’azienda e dei suoi processi produttivi, deve essere quindi realizzato “su misura” al fine di essere realmente utile al sistema di autocontrollo predisposto.

 

La mancata redazione del Manuale HACCP  comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.000 a euro 6.000, ai sensi del comma 6, art. 6 del D. Lgs. 193/07.

 

Richiedi il tuo manuale HACCP su Impresa8108

Corso HACCP online su Impresa8108


Share