Un nuovo profilo su Slideshare per Giovanni Mercadini, imprenditore forlivese che ha realizzato il Credito di Romagna per ripercorrere la mission della banca presso la quale ha lavorato per oltre 20 anni, il Credito Romagnolo.

Giovanni Mercadini

GIOVANNI MERCADINI – IL PROFILO PROFESSIONALE

Giovanni Mercadini nasce a Forlì, in Emilia Romagna, frequenta la ragioneria e dopo il diploma sceglie di conseguire la laurea in Sociologia Economica, per seguire la sua passione per il mondo della finanza e delle banche.
Durante gli anni dell’università viene assunto dal Credito Romagnolo, una banca locale del territorio romagnolo.
Qui il giovane Mercadini conosce e si appassiona al settore, matura una rilevante esperienza e ricopre diversi ruoli nel corso degli anni, fino a raggiungere i vertici dell’istituto.
Nel frattempo il Credito Romagnolo, a seguito di una fusione, diviene parte del gruppo Rolo Banca.
Nel 2000 Giovanni Mercadini decide si dimettersi dal suo impiego presso questa banca, per inseguire il suo sogno di realizzare un istituto di credito suo, che ripercorresse la mission originaria del Credito Romagnolo.
A causa di un patto di non concorrenza da lui firmato, si trova impossibilitato però a lavorare nel settore bancario, in Italia, per un periodo di tre anni; durante questi anni lavora allora presso l’istituto bancario sammarinese.
Nel 2003 torna nella sua città per dare vita ad un comitato promotori e definire dettagliatamente il progetto di quella che diventerà il Credito di Romagna.

GIOVANNI MERCADINI – INTERVISTE E DOCUMENTI

Nel profilo di Giovanni Mercadini su Slideshare potrete trovare tanti documenti ufficiali, articoli ed interviste.
Ad esempio, un articolo tratto dal giornale "Il resto del carlino" nel quale il dott. Mercadini presenta la sua banca e le due parole chiave che maggiormente la contraddistinguono: lavoro e fiducia.
Oppure, un’intervista nella quale Giovanni Mercadini presenta le novità del Credito di Romagna, i nuovi sportelli e i progetti per il futuro.

Visitate la pagina Slideshare di Giovanni Mercadini per scoprire questi e numerosi altri documenti e articoli.


Share