Quante volte vi è capitato di desiderare di guardare il vostro film preferito, con un audio migliore di quello emesso dalla vostra tv? Quanti di voi hanno acquistato il cd live del proprio cantante preferito, ma hanno finito per accontentarsi delle vecchie casse incorporate al pc? Spesso anche i moderni ausili tecnologici non sono in grado di rendere l’uscita del suono di qualità elevata. Come ovviare a questo tipo di problema? Basta affidarsi a casse acustiche di ottima qualità che renderanno l’ascolto dei vostri audio, un’esperienza unica nel suo genere. Le esigenze possono essere differenti: realizzare eventi e spettacoli all’aperto, organizzare rappresentazioni teatrali in luoghi chiusi o semplicemente godersi i propri film e concerti preferiti in estrema comodità sul divano di casa propria.

Le tipologie più comuni di casse acustiche e i materiali a confronto.

A oggi esistono numerose tecnologie adottate nella progettazione degli altoparlanti del suono. I più noti sono quelli magnetodinamici, essi possiedono una bobina che è attraversata dalla corrente di segnale che è inserita in un flusso avviato da un magnete di tipo permanente. Un altro tipo di altoparlanti è quello elettrodinamico, ossia quello creato da un solenoide che è attraversato dalla corrente. Le casse acustiche a tecnologia elettrodinamica erano utilizzate in maniera massiccia nelle radio fino a sessant’anni fa. Infine, esistono gli altoparlanti elettrostatici che si avvalgono di un campo elettrico piuttosto che di un campo magnetico. La tecnologia è simile a quella di un condensatore che possiede un’armatura non stabile ma che può essere sottoposta al movimento. Laddove vi sono presenti le stesse polarità, esse si respingono. Il mobile che accoglie il diffusore composto con altoparlanti di tipo magnetodinamici deve possedere necessariamente le seguenti caratteristiche: ottima rigidità e bassissima sensibilità alle sollecitazioni di tipo meccanico alle quali è sottoposto a causa della presenza dei trasduttori. Il materiale con cui sono costruite le casse acustiche è generalmente il legno. Questo materiale è lavorato secondo metodologie differenti, con materie plastiche composte, con miscele di resina e polvere di marmo o con grafite.  Infine, vi sono i cosiddetti altoparlanti a nastro, creati con tecnologie molto specifiche e differenti tra loro.


Share