Efficienza energetica: impianti a biomasse scelti quasi dal 17,2% degli italiani. Questo uno dei primi dati raccolti da un’indagine online condotta da Senaf su un campione di oltre 1000 aziende del settore termoidraulico e diffusi a ridosso dell’appuntamento de La Termo dedicato all’energia da biomasse, che si terrà il 17 Maggio dalle 9 alle 17 alla Camera di Commercio di Bergamo. L’iniziativa, organizzata da Senaf, vuole offrire un momento di riflessione e formazione in attesa dell’apertura di  Termoidraulica Clima, la mostra professionale della climatizzazione, riscaldamento, idronica e rinnovabili, che si terrà a Padova dall’11 al 13 aprile 2013. Presenti all’appuntamento bergamasco i rappresentanti delle più importanti associazioni di settore tra cui Aiel –Associazione Italiana Energie Agroforestali-, CTI –Comitato Termotecnico Italiano-, AGIRE -Agenzia per la gestione intelligente delle risorse energetiche-, ANFUS –Associazione Nazionale Fumisti e Spazzacamini-, ENEA –Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile-, FIPER –Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili- e altri professionisti. Obiettivo dell’incontro è dare vita a un momento di scambio e formazione altamente specializzato e dinamico incentrato su sistemi e componenti per impianti termici a pellet, cippato e altre biomasse legnose, fornitura biomasse, con particolare riferimento alla  gestione del combustibile e alla normativa per una corretta progettazione e installazione degli impianti a biomassa da 30 a 300 kw

Tornando ai dati sul mercato termoidraulico, dall’indagine emergono i primi segnali di ripresa sia sul fronte del fatturato, sia dell’occupazione: per il prossimo semestre il 61,7% delle aziende stima infatti di migliorare o comunque di conservare i risultati realizzati nello stesso periodo del 2011, e il 38,3% invece si attesta su posizioni di segno opposto. Tali aspettative si ripercuotono anche sul fronte occupazionale: una quota altissima di aziende (78,9%), crede di poter mantenere o addirittura aumentare il numero degli addetti, e solo il 21,1% reputa che sarà necessario ricorrere a tagli del personale.

 

In questo contesto, gli interventi relativi a impianti a energie rinnovabili o ad alta efficienza energetica rappresentano sicuramente un aspetto determinante per il fatturato delle imprese intervistate. Lo confermano i dati raccolti da Senaf: per il 59,1% del campione infatti queste particolari tecnologie sono responsabili fino al 20% degli introiti, una percentuale minore, ma sicuramente significativa (33,4%), indica un impatto fino al 70%, e per il 7,6% del campione gli interventi nell’ambito delle eco energie determinano oltre il 71% dei guadagni.

 

Sul fronte delle diverse tecnologie installate, dalla ricerca emerge come le caldaie a condensazione siano state gli articoli più richiesti (59,8%), seguite dagli impianti solari-termici (57%), dalle pompe di calore, (41,3%), dai sistemi di refrigerazione e condizionamento a risparmio energetico (18,8%), termoregolazione e contabilizzazione (18,6%), dagli impianti a biomasse (17,2%), dai dispositivi che sfruttano la geotermia (8,7%) e dai sistemi VMC. Una classifica che mette in evidenza come, per alcune tecnologie il potenziale di crescita sia ancora estremamente elevato. E’ questo il caso degli impianti a biomasse, una tecnologia altamente performante, ma forse meno conosciuta rispetto ad altre, non solo dal singolo utente finale, ma anche dai cosiddetti decisori professionali pubblici e privati. Ecco perché proprio a questa particolare tecnologia, verrà dedicata un’intera giornata nell’ambito de La Termo. Tra gli aspetti affrontati ci saranno anche quelli normativi, che secondo i dati della ricerca sarebbero da completare e chiarire (xxx% del campione), e quelli relativi alla sicurezza antincendio, con particolare riferimento al peso rivestito dallo stoccaggio e trasferimento del combustibile legnoso nella fase di progettazione e installazione di un impianto a biomasse.

 

Per ulteriori informazioni

MY PR

Roberto Grattagliano – Francesca Magnanini

tel_ 02-54123452 – fax_ 02-54090230

e-mail_ roberto.grattagliano@mypr.itfrancesca.magnanini@mypr.it

www_ www.mypr.it

 


Share