Efficienza energetica: dispositivi per la termoregolazione e contabilizzazione preferiti da quasi 1 italiano su 5 (18,63%). Una soluzione che dunque mostra buoni margini di crescita, secondo quanto suggerito dai dati raccolti dall’indagine condotta online da Senaf su un campione di oltre 1000 aziende del settore termoidraulico e diffusi a ridosso del convegno Termoregolazione e contabilizzazione dalla “A” alla “Z”  che si terrà il 19 Aprile dalle 8.30 alle 17 presso il Centro Conferenze Alla Stanga di Padova, evento inaugurale del Programma di incontri tecnici La Termo in preparazione della 18° edizione della storica fiera Termoidraulica Clima 2013 di Padova,. Durante l’appuntamento, rivolto in particolare a progettisti, installatori, manutentori, amministratori di condominio, verranno approfondite le modalità di progettazione, installazione e gestione efficace dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, gli aspetti legali e finanziari per i condomìni e saranno descritte funzionalità e virtù delle singole tecnologie come sistemi di termoregolazione, valvole termostatiche, sistemi di contabilizzazione, pompe di circolazione elettroniche.

 

Presenti all’appuntamento padovano i rappresentanti delle più importanti associazioni di settore tra cui ANTA – Associazione Nazionale Termotecnici e Aerotecnici e ANACI Padova – Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari, che delle approfondiranno le opportunità rappresentate da questi interventi.

 

Sono interventi generalmente convenienti, qualche volta addirittura molto convenienti se abbinati ad una riqualificazione energetica complessiva degli impianti e di alcune parti dell’edificio – dichiara l’Ingegnere Laurent Socal, Presidente ANTAEsiste però un rischio: se infatti i sistemi di termoregolazione e contabilizzazione sono una indiscutibile opportunità, essi però devono essere progettati, installati e gestiti correttamente per dare la massima efficacia”.

 

Dai dati dell’indagine si evince come, per favorire una migliore diffusione di queste tecnologie, sia necessario promuovere azioni volte a creare una nuova cultura tra gli operatori di settore: se il 31,26% del campione dichiara infatti di impiegare regolarmente queste soluzioni, ben il 68,74% afferma di non eseguire questo tipo di impianti. Tra le ragioni addotte, oltre all’inesperienza (26,91%), un giudizio negativo sull’efficacia (28,65%) e il timore di incorrere  in eventuali problematiche ad esse connesse (44,44%). Un tema che si riconnette alla dichiarazione del Presidente Anta e che trova una maggiore esplicitazione sempre nella ricerca, secondo la quale, tra i principali aspetti che dissuadono le aziende dall’installare questo tipo di tecnologie ci sarebbero proprio la correttezza delle letture (34.31%) e il contenzioso (32,46%). Come terzo aspetto viene infine citata l’affidabilità dei componenti (24,40%).

 

Ecco perché durante l’incontro del 19 Aprile si parlerà delle modalità corrette di gestione degli impianti (lettura, verifica, ricostruzione dei dati in caso di malfunzionamenti, presentazione dei risultati in modo utile per l’amministratore e comprensibile, degli aspetti legali connessi alla gestione del condominio, delle leggi sul risparmio energetico, a partire dalla legge 10/91, che hanno introdotto modifiche e novità rispetto alle previsioni del codice civile, con le quali vanno adeguatamente coordinate) e della necessità di creare una nuova figura professionale che si assuma la responsabilità globale degli interventi di termoregolazione, contabilizzazione e riqualificazione energetica, impegnandosi anche a pagare una penale in caso di insuccesso.

 

“Da questa breve analisi, è evidente come, per il buon successo di questi interventi, occorra informare sia i professionisti che i Committenti. – dichiara l’Ingegnere Laurent Socal, Presidente ANTA Di qui l’importanza di questo ciclo di eventi promossi da SENAF, in grado di raggiungere sia gli operatori che i committenti”. 

 


Share