Oggi avere una tartaruga acquatica significa comprarla in un negozio di animali dove vendono anche accessori filtri e led per acquari, cibo per cani eccetera. Le tartarughe marine selvatiche oggi in Italia sono specie protetta  e vivono nel sud e nelle isole. Oggi avvistarne una non è impresa facile ma addirittura che venga lei da noi quasi impossibile. Eppure ieri una tartaruga “Caretta caretta” ha deposto le uova fra gli ombrelloni e le sdraio di uno stabilimento balneare di Pizzo Calabro (Vv), in località “Colamaio”   tra lo stupore   e la sorpresa della gente che prendeva il sole. Per il Wwf Calabria, che da anni e impegnato in quelle zone con le Capitanerie di porto a monitorare il deposito delle uova delle tartarughe marine, si tratta di un evento sicuramente mai verificatosi prima nella fascia costiera che va da Zambrone a Pizzo. Infatti solitamente le tartarughe di questa specie scelgono luoghi solitari e lontano dal trambusto e dalle spiagge affollate per deporre le uova al lontano da potenziali pericoli. Invece ieri sembrava che si trovassero a loro agio tra le file di ombrelloni e di persone venute in spiaggia  che di solito vedono le tartarughe solo negli acquari tra filtri per acquari e pesci tropicali.

I gestori del lido di Vibo Valentia, dopo avere osservato  il deposito delle uova da parte della tartaruga caretta caretta, hanno subito avvisato la Guardia costiera di Vibo Marina la quale ha delimitato la zona della nidificazione delle tartarughe per evitare danni a questa da parte dei bagnanti . Il responsabile del Wwf locale, Pino Paolillo, ha informato dell’avvenimento il professore di Ecologia all’Università della Calabria, Antonio Mingozzi, che è attualemente responsabile di un progetto di monitoraggio delle nidificazioni delle tartarughe marine in Calabria. La schiusa delle uova dovrebbe avvenire per i primi di ottobre.


Share